MINI, la grande svolta: presto sarà un brand solo elettrico

Il rapporto di 'Der Spiegel': lo storico Marchio dal 2030 sarà solo elettrico. Nel 2025 l’ultima MINI termica

Dal 2030 MINI sarà solo elettrica. Infatti, stando ad alcune rivelazioni apparse sul rapporto di ‘Der Spiegel’, lo storico marchio inglese del Gruppo BMW lancerà il suo ultimo modello a combustione nel 2025. In avvicinamento alla rivoluzione 2030, la Casa entro il 2027 avrà già una flotta al 50% a batteria.

Con questa mossa, il colosso tedesco renderà MINI il proprio brand full electric, in linea per esempio con quanto fatto da Volvo o dal Gruppo Daimler con Smart, dal 2019 altra citycar esclusivamente a batteria. Bernd Korber, Head of MINI, ha dichiarato: “Con MINI Electric abbiamo dimostrato che è possibile combinare il piacere di guida tipico del marchio con la mobilità sostenibile”.

Oggi all’interno della gamma i riflettori sono puntati sulla MINI Cooper SE, con una propulsione integralmente a zero emissioni. Prodotta a Oxford, in Inghilterra, vanta una potenza di 182 CV, che le assicura uno scatto brillante. Infatti il passaggio da 0 a 100 km/h avviene in 7,3 secondi. La velocità di punta, invece, è limitata automaticamente a 150 km/h. Una scelta effettuata per preservare l’energia da un repentino esaurimento, che costringerebbe gli automobilisti a troppe soste alle colonnine di ricarica. La sua autonomia, a seconda appunto della velocità media, si attesta tra i 235 e i 270 km.

Il prossimo esemplare 100% elettrico firmato MINI sarà la Countryman, fabbricata a Lipsia nel 2023. Tra i motivi di tale decisa svolta green c’è l’espansione verso Oriente. Il produttore cinese Great Wall Motor, infatti, avrà un ruolo preponderante nell’accompagnare questa transizione. Tanto è vero che il 2023 sarà l’anno del lancio nel Paese del dragone di una MINI a batteria ‘Made in China’.

Il Gruppo BMW elettrifica integralmente Mini

L’ultima MINI con motori tradizionali verrà lanciata nel 2025

MINI, comunque, proseguirà nel medio termine a proporre modelli con alimentazioni più tradizionali. Oltre alla già citata Countryman elettrica, dovrebbe arrivare un’inedita MINI più compatta termica. Spazio poi alle varianti più ‘spinte’ firmate John Cooper Works, sinonimo di vetture top di gamma con propulsori a combustione ad alte prestazioni. Considerato il fascino indiscusso di tale famiglia high performance, è sicuro che l’azienda manterrà, anche dopo il 2030, il focus su vetture molto prestazionali e a zero emissioni, come dimostra l’arrivo della John Cooper Works GP3 Electric.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI MINI, la grande svolta: presto sarà un brand solo elettrico