Uguali, diverse e non solo ‘urbane’: le migliori citycar

La Top Ten delle migliori citycar in vendita sul mercato dell'ausato

“Complimenti Twingo, hai davvero una bella linea, non sembri nemmeno tu”: questo il tweet di Fiat di qualche giorno fa. La casa italiana ha lanciato una piccola provocazione a Renault per la somiglianza “sospetta” tra Twingo e 500. La scusa era il World Compliment Day (1 marzo) e Fiat ha pensato bene di festeggiare in modo ironico (o forse non troppo ironico?). In un primo momento Renault non aveva risposto e così Fiat era tornata all’assalto con un altro messaggio dello stesso stile: “@renaultitalia non ti piacciono i complimenti?!”. A questo punto Renault risponde, con forza: “#worldcomplimentday! I complimenti ce li stiamo godendo da ieri grazie a @Fiat_IT e senza bisogno di pillole blu ;)”. Il riferimento era ovviamente alla pubblicità della 500 che diventa 500X grazie al Viagra che cade nel serbatoio. Scherzi a parte, somiglianze o meno, la Fiat 500 e la Renault Twingo sono comunque tra le citycar preferite dagli italiani.
Autouncle.it , sito leader nella ricerca di auto usate su internet, ha creato una Top Ten con le migliori citycar usate in vendita sul suo motore di ricerca. Si tratta di auto con meno di 10 anni il cui prezzo medio non supera i 10mila euro.

foto-top-ten

Il settore delle “citycar” riguarda le auto più piccole, cioè quelle più adatte a muoversi in spazi urbani. Le cosiddette vetture del segmento A sono agili e veloci, risolvono il problema dei consumi e, spesso, anche quello non indifferente dei parcheggi. Sono comunque auto adatte anche alle famiglie. Certo, il settore è probabilmente il più difficile da studiare, perché i margini di guadagno sono piccoli e pure i prezzi di listino sono in formato ridotto. Così l’unico modo per continuare a proporre prodotti validi è allearsi e condividere i costi di sviluppo con altri costruttori. Così fanno Toyota e PSA, facevano Fiat e Ford. E così hanno iniziato a fare Renault e Smart.

Della Fiat 500 si è scritto (e si continua a scrivere) tantissimo. Uscita nel 2007, si è rivelata vincente anche perché non è più considerata un’utilitaria economica e spartana, ma una piccola auto alla moda per tutti. Compresi i più esigenti. Basti pensare che, secondo la presentazione ufficiale, sono 549.936 le possibili combinazioni di accessori! Nel 2015 è stato presentato il restyling, “con oltre 1800 cambiamenti” (nessuno, però, per quanto riguarda i motori). Anche per lei, il nostro motore di ricerca trova senza problemi qualche esemplare sotto i 10mila euro.

A Ginevra è appena stata presentata la nuova serie scoperta della Smart Fortwo Cabrio. Avrà un tetto in tela rinnovato, del quale è possibile eseguire l’apertura in 12 secondi, anche alla velocità massima dell’auto. Ovviamente, come al solito le personalizzazioni saranno numerose. Da segnalare la versione col pacchetto Brabus Edition. La nuova Nissan Micra debutterà al salone di Parigi ad ottobre 2016, con tante novità che interesseranno l’ultima generazione di Micra. L’auto avrà dimensioni ben maggiori, non sarà più una semplice utilitaria. Anzi, guarderà al segmento B. Nella nostra Top si fa riferimento alla Micra nella sua quarta serie (K13). Leggermente più grande rispetto alle precedenti edizioni, nelle sue versioni europee non prevede motori diesel, a causa degli alti costi che avrebbe comportato l’aggiornamento alle regole Euro 6.

La nuova Renault Twingo ha per la prima volta il motore e la trazione posteriore. Su Autouncle, oltre alle quasi 300 Twingo 2016 a km 0 (quindi auto nuove, quindi non valutate), si trova già qualche esemplare “usato” con un paio di migliaia di km sulle spalle. Il tutto, nel segno della convenzionale carrozzeria a 2 volumi, dopo che la Twingo ha abbandonato quella da “minimonovolume” rivoluzionaria negli anni Novanta. Comunque, dubbi di somiglianze soprattutto estetiche con la 500 sarebbero leciti! Tra le citycar meno “assetate” di sempre c’è sicuramente la Volkswagen UP!. Un’auto che ha riscosso un successo inaspettato, ben superiore alla precedente Fox, sostituita nel 2011. I consumi sono incredibili: 22 km con un litro di benzina. A Ginevra c’è appena stata, poi, l’anteprima mondiale del nuovo restyling. Sono aumentate considerevolmente le possibilità di personalizzazione.

Continuando il “gioco” delle somiglianze, alla Twingo e alla 500 abbiamo aggiunto altre tre “sorelle”…la cui parentela è però, stavolta, ufficiale! Si tratta della Citroën C1, della Peugeot 107 e della Toyota Aygo, che oggi condividono il pianale, i motori e la trasmissione, oltre alla parte elettrica. L’alleanza tra le case francesi e quella giapponese ha dato i suoi frutti. La C1 nel 2008 ha visto un primo restyling che ne ha reso più morbide le linee esterne e più moderni gli interni. L’attuale 108 è invece uscita nel 2014 sostituendo, dopo quasi 10 anni di carriera, la 107, ed è più grande e spaziosa di quest’ ultima. La più venduta delle 3 è però la Aygo. E’ di queste settimane la notizia del debutto anche in Italia della Aygo X-PURE, auto destinata al successo soprattutto fra il pubblico femminile. Pensando invece al modello “classico”, la differenza principale tra lei e le sue gemelle era (è) nell’equipaggiamento interno. Considerata un’auto molto sicura, vanta consumi davvero interessanti. Per queste 3 auto, Autouncle riesce ad accontentare anche chi ha un budget inferiore ai 5mila euro.

Infine, a Ginevra è stata presentata anche la nuova Suzuki Celerio dopo l’assegnazione del premio Green Prix 2016 per l’auto a benzina sul mercato italiano dalle minori emissioni di CO2. Su Autouncle ce ne sono disponibili già un centinaio. Naturalmente si tratta di auto nuove.

 

MOTORI Uguali, diverse e non solo ‘urbane’: le migliori city...