MG3, la storica auto “inglese” adesso arriva dalla Cina. Foto

La compatta di proprietà della cinese SAIC verrà venduta anche in Europa ad un prezzo vicino ai 12.000 euro

Una volta c’era MG, abbreviazione di Morris Garages, fior fiore del modo inglese di intendere l’automobile fin dal 1922, con celebri vetture sportive, molte delle quali con carrozzeria spider o cabriolet. Poi tanti passaggi di proprietà, l’amministrazione controllata, la cessione del marchio a  società cinesi. Nel 2007 il tutto passa nelle mani di SAIC Motor, un colosso tra i marchi automobilistici d’oriente, e inizia il piano di rilancio, partendo da una berlina media, la MG6, costruita in Cina per i clienti locali, ma anche nel Regno Unito, nel riaperto stabilimento di Longbridge.

Adesso la svolta: realizzare in Cina e in Europa un’automobile compatta, concorrente di auto come Punto e Polo, da vendere non solo in oriente ma anche in Europa. Il suo nome è MG3, il modello è stato rivelato in Cina già nel 2010, ma ormai è pronta a diventare modello di serie per il mercato europeo, iniziando proprio dal mercato inglese a partire dal prossimo settembre.

Per l’estetica, realizzata in Europa nel centro SAIC di Birmingham, si è puntato su una mascherina sottile, secondo uno schema alla moda anche nella concorrenza, mentre si è osato di più nella fiancata, con movimenti delle lamiere moderni, e nella forma delle luci posteriori, verticali e scultoree. Colpisce anche la realizzazione di parabrezza e finestrini, che sembrano un unico vetro avvolgente fino al montante posteriore: un omaggio all’automobilismo inglese, a certe MG del passato, e fino a certi limiti anche alla Mini.

Il resto lo fanno le caratterizzazioni sportive o eleganti, disponibili a seconda dei tre livelli di finitura previsti, ognuno dei quali propone 10 diverse tinte di carrozzeria e 10 diversi pacchetti grafici. Il più sportivo è il modello di punta, con cerchi in lega da 16", alettoni e prese d’aria, scarichi cromati. E con prestazioni che, rispetto alle dimensioni, dovrebbero rivelarsi piuttosto brillanti, grazie al motore previsto al lancio, un 1.5 litri a benzina con un cambio meccanico a 5 marce.

Insomma: look e prestazioni sembrano fare della MG3 un modello attuale, che strizza l’occhio ad una clientela giovane. Anche per il listino, che, nonostante il montaggio in Inghilterra, può contare sulle economie della produzione cinese delle componenti: si dice che il prezzo di partenza nel Regno Unito sarà fissato in meno di 12.000 euro, non il record della categoria, ma con l’offerta di serie di aria condizionata, sedili in pelle, impianto stereo a 6 altoparlanti, porta USB e connettività Bluetooth. Grazie alla Cina, tornerà in vita un pezzo di storia dell’automobilismo Made in UK?

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI MG3, la storica auto “inglese” adesso arriva dalla Cina.&n...