Mercedes S 63 AMG, 585 CV con discrezione. Foto

La versione sportiva della grande berlina tedesca è anche capace di risparmiare peso e ridurre i consumi

AMG, la sigla della divisione sportiva Mercedes, propone per il Salone di Francoforte (12-22 settembre) una delle sue novità al top della gamma: si tratta della S 63 AMG, la versione "pepata" della grande e lussuosa berlina tedesca, da poco completamente rivisitata nello stile e nella meccanica.

AMG ha aggiunto un tocco di sportività in più, senza dimenticare la natura di auto da rappresentanza della Classe S: le prese d’aria più grandi, gli spoiler e le bandelle inferiori per migliorare la deportanza, lo scivolo nello scudo posteriore con i doppi terminali di scarico integrati, le grandi ruote in lega da 20 pollici, disponibili con alcune varianti.

Insomma, sportività e discrezione, che si rileva anche all’interno: spiccano i sedili AMG con regolazione elettrica e memoria, ma soprattutto in grado di sostenere bene lateralmente, pensando ad una guida vivace.

Novità anche in alcuni dettagli di finitura, e nell’aggiunta di alcuni strumenti di bordo, opportunità resa più semplice dalla moderna strumentazione digitale e personalizzabile con schermo TFT. Punto forte della S 63 AMG è però la tecnologia ad alte prestazioni, che parte dalla riduzione del peso fino a 100 kg (1.970 kg in tutto) rispetto alla generazione precedente, grazie a un vero programma, denominato AMG Lightweight Performance, che ha coinvolto cerchi, batteria agli ioni di litio, impianto frenante in materiale composito, carrozzeria con molti elementi in alluminio, alloggiamento della ruota di scorta in carbonio.

E poi c’è il cuore della S 63, il motore V8 biturbo 5,5 litri da 585 CV e coppia massima di 900 Nm: tutte le sue moderne caratteristiche, dall’iniezione diretta alla funzione Start&Stop, gli permettono di essere più potente di 41 CV e di consumare 0,4 l/100 km in meno rispetto al V8 della serie precedente.

I numeri: 250 km/h autolimitati, da 0 a 100 km/h in 4 secondi netti per la 4MATIC, omologazione Euro 6, consumo medio di 10,1 litri per 100 km per la S a trazione posteriore.

Sì, perché la S 63, oltre al cambio automatico 7 marce Speedshift MCT AMG con tre programmi  di guida, è disponibile anche con la trazione integrale 4MATIC AMG, oltre a offrire a richiesta un paio di tipologie differenti di sospensioni elettroniche, una delle quali addirittura in grado di "anticipare", grazie a un sensore, le asperità della strada. Il tutto in aggiunta ai numerosissimi dispositivi elettronici per la sicurezza e il controllo stradale già previsti per le altre Classe S.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Mercedes S 63 AMG, 585 CV con discrezione. Foto