Mercedes presenta l’MBUX Hyperscreen: il cinema in auto

Visivamente impressionante, ma estremamente facile da usare; è uno degli elementi distintivi dell'EQS di Mercedes

Il nuovo MBUX di Mercedes rappresenta l’intelligenza emotiva dell’ammiraglia EQS full electric della Stella. Ha semplificato radicalmente il funzionamento di una Mercedes-Benz. Svelato nel 2018 sull’attuale Classe A, oggi ci sono più di 1,8 milioni di autovetture del brand equipaggiate con questo innovativo sistema multimediale sulle strade di tutto il mondo.

Anche la divisione Van si è affidata all’MBUX. Qualche mese fa, sulla Classe S ha debuttato la seconda generazione di questo sistema learn-capable. Ora il grande passo è rappresentato dall’MBUX Hyperscreen sull’EQS. Gorden Wagener, Chief Design Officer Daimler Group, ha dichiarato: “Con il nostro MBUX Hyperscreen, una visione progettuale diventa realtà. Uniamo la tecnologia al design in un modo affascinante che offre al cliente una facilità d’uso senza precedenti. Amiamo la semplicità, abbiamo raggiunto un nuovo livello di MBUX”.

Sajjad Khan, membro del consiglio di amministrazione di Mercedes-Benz AG e CTO, afferma: “L’ MBUX Hyperscreen è sia il cervello che il sistema nervoso dell’auto. Conosce progressivamente meglio il cliente e offre un’offerta di infotainment e funzionamento personalizzata prima ancora che l’occupante faccia clic o inizi a scorrere ovunque”.

Gli interni della EQS (la berlina elettrica tedesca) sono stati disegnati pensando all’intrattenimento di bordo. Conducente e passeggero hanno a disposizione un’unica cornice plastica curva in tinta Silver Shadow, rivestita di un vetro antiriflesso, che si estende per quasi tutta la larghezza della plancia per 141 cm in tutto, e integra anche le bocchette di aerazione laterali. Sotto alla cornice sono presenti diversi display divisi in tre aree principali, 12 attuatori per il feedback tattile e un sistema a otto core con 24 Gb di memoria Ram.

Il nuovo Hyperscreen di Mercedes

Mercedes MBUX, il nuovo Hyperscreen eccezionale sull’elettrica EQS

Mercedes vuole rendere immediatamente fruibile la tecnologia, in modo naturale e intuitivo. Il software lavora secondo una logica diversa rispetto al passato. La filosofia “zero layer” permette di avere sempre a disposizione le funzioni principali del veicolo, senza bisogno di comandi vocali e menu complessi. Il passeggero ha poi uno schermo dedicato e facilmente raggiungibile.

Sono previsti fino a sette profili personalizzabili e la grafica è stata rivista rispetto ai sistemi precedenti. Le tinte dominanti sono il blu e l’arancio, sono stati realizzati nuovi elementi grafici per la visualizzazione dei dati, per rendere più immediata la comprensione delle informazioni. L’intelligenza artificiale continua a “imparare” le abitudini degli utenti e le loro necessità, per fornire informazioni solo quando sono realmente necessarie. Ad esempio l’auto suggerisce il numero di telefono che viene chiamato più spesso, con eventuali informazioni sul contatto. Suggerisce anche l’attivazione di altre funzioni, come ad esempio il massaggio del sedile o il riscaldamento, a seconda delle condizioni meteo.

Oltre alle sue dimensioni, al design unico e attento ai dettagli, restituisce un vero effetto ‘wow’. Questo aspetto estetico high-tech è la dimensione emotiva dell’MBUX Hyperscreen.

Il nuovo MBUX Hyperscreen su Mercedes EQS

Mercedes lancia il nuovo MBUX Hyperscreen, il cinema in auto

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Mercedes presenta l’MBUX Hyperscreen: il cinema in auto