Mercedes Classe S, nuova esperienza di lusso e fascino

La nuova ammiraglia della casa di Stoccarda si contraddistingue per una dotazione ih-tech da prima della classe

Connubio perfetto tra artigianalità, lusso e tecnologia. La nuova Mercedes Classe S si presenta alla stampa con un biglietto da visita niente male: la nuova ammiraglia della casa di Stoccarda eccelle tanto nelle dotazioni di lusso quanto in quelle tecnologiche, lasciando trasparire allo stesso tempo una cura maniacale per finiture e dettagli.

A impressionare, però, è la dotazione tecnologica del modello di punta di casa Mercedes. La nuova Classe S presenta soluzioni hi-tech tanto all’interno quanto all’esterno dell’abitacolo, rendendo la permanenza a bordo ancora più piacevole, sia per chi si trova al volante, sia per gli altri passeggeri. Merito del sistema MBUX, introdotto con la Classe A nel 2018, e dei vari display distribuiti all’interno dell’abitacolo, che consentono di controllare ogni singolo aspetto dell’ammiraglia tedesca con un semplice comando vocale o con un tocco sullo schermo.

Interni Classe S

fonte: ufficio stampa Mercedes

Il sistema di intelligenza artificiale della casa di Stoccarda, in particolare, è stato enormemente potenziato e migliorato. Il nuovo MBUX integrato nella Classe S 2021, infatti, è “alimentato” da un vero e proprio computer, dotato di un processore grafico in grado di eseguire 691 Gigaflops di operazioni al secondo (ossia, 691 miliardi di operazioni al secondo), 16 gigabyte di memoria RAM e 320 gigabyte di spazio d’archiviazione su disco SSD. Il tutto può essere controllato dal display da 13 pollici presente al centro della plancia e facilmente raggiungibile sia dal guidatore sia dal passeggero.

L’intelligenza artificiale Mercedes è così in grado di “amministrare” in piena autonomia sia tutto ciò che accade all’interno dell’abitacolo, sia tutto ciò che accade al di fuori del veicolo. Grazie a telecamere e sensori, ad esempio, “anticipa” le necessità del guidatore e dei passeggeri, interpretandone gesti e movimenti. Il sistema LIDAR, invece, consente di controllare tutto ciò che accade in strada, garantendo funzioni di guida autonoma molto elevate (terzo livello su cinque, secondo la casa di Stoccarda).

Classe S

ufficio stampa Mercedes

Ad esempio, la Classe S è in grado di parcheggiarsi autonomamente all’interno di garage-silos “compatibili”: sarà sufficiente arrivare all’ingresso del parcheggio, attendere che i sistemi dell’auto comunichino con quelli del garage e attendere qualche istante. Nel caso ci siano posti disponibili, si potrà scendere dal veicolo e lasciare che la Classe S raggiunga la piazzola e si parcheggi in tutta autonomia.

La “verve” tecnologica è confermata anche sul fronte delle motorizzazioni. Al lancio la Classe S sarà disponibile anche in versione mild-hybrid (il motore benzina da 6 cilindri è abbinato a un sistema da 48 Volt che produce 22 cavalli di potenza in più), mentre in seguito arriverà anche in versione Plug-in Hybrid. In questa seconda veste, l’ammiraglia della casa di stoccarda garantirà un’autonomia full electric di 100 chilometri circa, riducendo così consumi ed emissioni. La Classe S è disponibile anche con motorizzazioni turbodiesel da 286 e 330 cavalli.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Mercedes Classe S, nuova esperienza di lusso e fascino