Mercedes Classe B Electric Drive: stile emissioni zero

Una compatta di lusso ma elettrica fatta per convincere, ma senza stravolgere. Look da Mercedes, interni eleganti e poi un motore da 136 Cv abbinato a batterie che garantiscono 200 Km di autonomia: in Europa arriverà nel 2014

Una Mercedes normale? Dall’inizio del 2014, non sarà così. La Classe B Electric Drive rappresenta una vera svolta per il costruttore tedesco, che per la prima volta introduce un suo modello a 5 posti a trazione elettrica tra le sue auto di serie, regolarmente in vendita. L’interpretazione di una vettura compatta a zero emissioni abbinata ad un marchio di lusso è una sfida che comincerà il prossimo anno sul mercato USA, per poi estendersi anche in Europa.

L’estetica è e doveva restare riconoscibile, sostanzialmente identica a quella delle versioni con motorizzazione tradizionale, e dunque a cambiare sono il paraurti con una inedita  presa d’aria inferiore e i nuovi cerchi in lega, mentre la presa di ricarica elettrica è stata opportunamente collocata nella tradizionale posizione dello sportellino di accesso al serbatoio carburante.

All’interno, stessa attenzione a non stravolgere ma casomai arricchire di contenuti tecnologici, a partire dalla strumentazione con indicatore di energia elettrica e gestione della trazione, realizzati in modo elegantemente sobrio, senza le stranezze di altre vetture elettriche. Casomai, il cambiamento è nella sostanza, con la possibilità di monitorare e configurare in remoto la vettura attraverso la “Vehicle Homepage”, cioè accedere attraverso un collegamento internet direttamente ad un pannello di controllo, verificando lo stato di carica o l’autonomia residua.


L’investimento tecnologico della nuova Mercedes Classe B Electric Drive è tutto nel motore motore elettrico da 136 Cv, che consente una accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 10 secondi e una velocità massima limitata elettronicamente a 160 km/h, il tutto con una autonomia dichiarata di circa 200 km, dunque sui massimi standard per questo genere di vetture, nonostante la batteria agli ioni di litio è alloggiata sotto il pianale della vettura, dunque senza occupare spazio tanto nell’abitacolo che nel vano bagagli.

(a cura di OmniAuto.it)