Mazda CX-5: il SUV dalle molte anime record di vendite

Poco più di un anno fa Mazda festeggiava il milionesimo esemplare di CX-5 uscito dalle linee di assemblaggio.

Da allora il capostipite della sesta generazione Mazda, quella che ha introdotto il pluripremiato Kodo Design e la rivoluzionaria tecnologia Skyactiv, ha continuato di successo in successo rivelandosi un vero e proprio bestseller mondiale in grado di vincere oltre 60 premi in tutto il mondo dando così vita ad una nuova era di risultati eccezionali per la Casa giapponese.

Ma quali sono i motivi di questo perdurante successo che fa della CX-5 una delle crossover maggiormente apprezzate sul mercato europeo? Un indizio importante è celato nel nome stesso del segmento cui appartiene CX-5 – Crossover, appunto – che sta ad indicare una categoria di vetture che mettono insieme peculiarità di auto appartenenti a segmenti diversi.

CX-5 in questo è uno degli esempi più riusciti, andando a coniugare in maniera esemplare le caratteristiche di una vettura compatta per quel che riguarda facilità di guida in città e consumi, di una station wagon per quanto attiene spaziosità interna e capacità di trasporto, di una berlina per la ricercatezza e la qualità delle dotazioni, di una brillante sportiva sotto il lato più puramente prestazionale ed infine – last but not least – di un SUV di classe superiore grazie ad una sofisticata trazione integrale.

mazda1

CX-5 appartiene alla categoria dei SUV medi ed i suoi 456 cm di compatta eleganza figlia della filosofia stilistica “KODO – Soul of Motion” non destano particolari apprensioni nella guida cittadina grazie alla posizione di guida particolarmente ergonomica e alle caratteristiche dello sterzo, morbido e preciso in ogni situazione. Perfino nei parcheggi, grazie alla presenza della telecamera posteriore anche il guidatore più impacciato ha immediatamente cognizione degli effettivi spazi di manovra a disposizione potendo arrivare a pochi cm dall’auto parcheggiata senza il rischio di toccarla.

A bordo le volumetrie a disposizione sono tra le più generose della categoria: grazie ad un passo di 2,7 metri i passeggeri posteriori hanno tutto lo spazio che vogliono per distendere le proprie gambe senza il rischio di urtare contro i sedili anteriori ed il divanetto posteriore accoglie comodamente 2 seggiolini Isofix per bambini che possono essere agevolmente caricati a bordo grazie all’ampio angolo di apertura delle porte posteriori.
Con 503 litri di capacità il bagagliaio ha la capienza ideale per trasportare le valigie di 5 persone mentre per i trasporti eccezionali, ribaltando il divanetto e gli schienali posteriori dotati dell’innovativo sistema Karakuri, si arriva fino a 1620 litri complessivi: quanto basta insomma per un piccolo trasloco o per fare un figurone nel parcheggio dell’IKEA.  Ma comodità e praticità sono solo alcune delle qualità che denotano gli interni di CX-5.

I sedili, caratterizzati da un’imbottitura composta con una speciale schiuma uretanica che assorbe le vibrazioni, possono essere impreziositi da lussuosi rivestimenti in pelle traforata nera o bianca, mentre la plancia in materiale soft touch, accoglie il display touchscreen da 7” del sistema infotainment MZD Connect che è comandabile anche attraverso il cursore HMI (Human Machine Interface) posto in posizione ergonomica sul tunnel centrale.
Radio digitale DAB e sistema audio Premium Bose con 9 casse ed amplificatore digitale completano la suite entertainment di CX-5.  La sensazione per guidatore e passeggero di trovarsi a bordo di una vettura di classe superiore è confortata dalla completezza delle dotazioni.

mazda2

La tecnologia i-ACTIVSENSE consente eccezionali prestazioni in termini di sicurezza attiva rendendo Mazda CX-5 uno dei SUV più sicuri al mondo. I fari adattativi a LED si adeguano alle condizioni di marcia garantendo una visibilità nelle ore notturne eccellente mentre il sistema Driver Attention Alert (DAA) monitora lo stile di guida e raccomanda al conducente di fermarsi nei casi in cui ne rilevi la stanchezza.  Ovviamente non mancano i sistemi di monitoraggio degli angoli ciechi sia durante la marcia che in uscita da parcheggio, il sistema di controllo fuoriuscita dalla carreggiata così come i sistemi anticollisione in città ed in autostrada che Mazda CX-5 integra col sistema Rear Smart Brake Support (SBS) il quale evita eventuali collisioni durante le manovre in retromarcia. Mazda tra le varie dotazioni ha previsto anche “feature” da berlina di lusso, una su tutte il Cruise Control adattivo (MRCC Mazda Radar Cruise Control) cioè un sistema di sicurezza operativo a partire da 30 km/h in grado di mantenere una distanza appropriata dalle auto che la precedono sulla base della velocità di crociera impostata dal conducente.

Ma il “pezzo forte” di CX-5 è certamente quello che si cela sotto la “pelle” (piuttosto coriacea dato che la scocca è composta al 61% di acciai ad alta ed altissima resistenza per esaltarne la rigidità e contenerne il peso).

Grazie alla rivoluzionaria tecnologia Skyactiv le motorizzazioni CX-5 sia benzina (2.0 160 o 165 CV CV a seconda della trazione adottata) che diesel (150 e 175 CV) hanno caratteristiche uniche nel panorama motoristico: soluzioni tecniche esclusive come il rapporto di compressione 14:1 (eccezionalmente alto per un benzina ed eccezionalmente basso per un diesel), il sistema di scarico 4-2-1 e i pistoni speciali rendono questi motori più leggeri e con attriti interni notevolmente inferiori rispetto ai motori convenzionali potendo così offrire grinta da sportiva con consumi ed emissioni bassissimi. Il motore diesel più potente, infatti, eroga una coppia di 420 newtonmetri e, grazie alla doppia turbina che garantisce una risposta sempre pronta del motore, “scende” sotto il muro dei 9” (8,8” per la precisione) sulla classica accelerazione da 0 a 100 km/h.

mazda3

Non manca ovviamente la disponibilità di una trasmissione automatica e di un moderno sistema di trazione integrale. La prima, pur basandosi sulla classica architettura con convertitore di coppia, è stata totalmente reingegnerizzata al fine di ridurre al minimo pesi e slittamenti che penalizzano consumi e prestazioni.  La trasmissione automatica Skyactiv Drive (disponibile su tutte le motorizzazioni) coniuga i vantaggi di un convertitore di coppia in termini di dolcezza d’innesto con la rapidità d’innesto paragonabile a quella di un cambio a doppia frizione permettendo tanto una guida compassata e “risparmiosa” quanto di sfruttare le notevoli doti dinamiche di motore e telaio. La seconda, l’esclusiva trazione integrale intelligente AWD, è invece uno dei fiori all’occhiello degli ingegneri della casa d’Hiroshima : con ben 27 sensori a monitorare 200 volte al secondo una serie di parametri che comprendono condizioni della strada ed il comportamento di guida del pilota, la potenza viene ripartita alle ruote nel modo più appropriato per garantire sempre e comunque la migliore aderenza disponibile.

Il CX-5 è un’auto dalle molte anime e dalle diverse personalità che possono essere apparentemente in contrasto ma che nella realtà di tutti i giorni vengono interpretare sempre nella maniera più equilibrata e convincente possibile costituendo il vero asso nella manica del SUV Mazda. Un mix rivelatosi vincente sul mercato ed in perfetta armonia con lo spirito anti conformista di una Casa automobilistica che per migliorare sempre sfida le convenzioni.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Mazda CX-5: il SUV dalle molte anime record di vendite