Mazda 6 in uscita a settembre 2018, la prova su strada

La prova su strada della Mazda 6 evidenza una grinta notevole di questo modello. Tutto sul test drive

test drive mazda 6

Tanti i contenuti tecnologici e di sicurezza della berlina Mazda6 soprattutto considerati rispetto al prezzo. Si va dal sistema di mantenimento di carreggiata, ai fari led adattivi, al monitoring degli angoli ciechi degli specchietti e “last but not least” il sistema di frenata automatica attivo anche in caso di attraversamento di pedoni.
La sensazione, guidando questa Mazda6, è di un senso di sportività che ben si sposa con la linee filanti che la connotano piuttosto bene. Ci piace sempre il display sopra la plancia su cui vengono proiettate le informazioni più utili e interessanti e che migliorano pertanto la sicurezza perché le hai proprio lì, davanti ai tuoi occhi senza dover abbassare lo sguardo rispetto alla strada.

In ogni caso è presente un display da 7” sia touch sia governabile attraverso una manopola centrale a portata di mano e che ci piace sempre tanto perché offre una esperienza semplice e intuitiva.
Lo spazio a bordo è notevole così come quello del bagagliaio, e di bagagli potete metterne in buon numero considerati i 480 litri anche se in queste linee c’è sempre una sensazione di scomodità quando si deve andare a recuperare qualcosa in fondo al bagagliaio. La tecnologia Skyactive permette prestazioni di guida dinamiche

In breve possiamo dire che Mazda6 racchiude un senso di lusso e una tecnologia avanzata con un senso di sportività discreto
Costo da 31.200 euro

Qui di seguito i valori di Mazda6

  • Velocità massima: 223 km/h*
  • Accelerazione: 100 km/h in 7,9 secondi*
  • Consumo di carburante: 3,9 – 6,3l/100 km**
  • Livello di emissioni di CO2: 104 – 148 g/km**

* Valori relativi alla versione 2.2 diesel, 175 CV, con i-ELOOP, 6MT, 2WD
** Valori minimo e massimo per l’intera gamma

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Mazda 6 in uscita a settembre 2018, la prova su strada