Lotus Evija: ecco l’auto stradale di produzione più potente di sempre

Il motore è capace di sprigionare 2.000 cavalli e raggiungere i 300 km/h in meno di 9 secondi

La corsa dei cavalli non conosce sosta. No, non ci riferiamo a qualche competizione in un ippodromo, ma alla sfida tra produttori a chi realizza l’auto più potente.

Fino a oggi l’auto più potente al mondo era la full electric Rimac C Two con i suoi 1.914 cavalli, ma ora lo scettro è destinato a cambiare mano. Lotus, storico produttore britannico specializzato nella manifattura di supercar, ha da poco svelato i rendering della prima auto stradale al mondo con una potenza superiore ai 2.000 cavalli. Si tratta della Lotus Evija (sì, probabilmente anche voi avrete bisogno di aiuto per tentare di capire come si pronuncia) e, a breve, dovrebbe entrare in linea di produzione.

La Lotus Evija, esattamente come la precedente primatista, è un’auto full electric dalla potenza esagerata. Il motore da 2.000 e più cavalli permette di raggiungere i 100 km/h di velocità in meno di tre secondi, mentre va da 0 a 300 chilometri orari in meno di nove secondi. Qualche decimo di più per raggiungere la velocità massimo di 320 chilometri orari. Merito di un motore elettrico estremamente performante, posizionato al centro del telaio monoscocca realizzato interamente in fibra di carbonio. Una scelta, quella di posizionare il motore al centro, dettata dalla necessità di rendere la guida dell’auto più fluida e sportiva possibile.

Lotus Evija

La batteria da 70 kilowatt assicura un’autonomia di 400 chilometri (a patto di guidare come il robot simulatore Lotus, che di certo non avrà spinto sempre alla massima velocità il prototipo) e, grazie a un’infrastruttura elettrica ultra-rapida, potrà essere ricaricata in appena 18 minuti. La piattaforma di ricarica della Lotus Evija è inoltre compatibile con il sistema di ricarica a 800 kW in via di sviluppo: una volta completato, i tempi saranno più che dimezzati.

Sul fronte del design, gli ingegneri Lotus si sono ispirati a forme e materiali aeronautici. Nel posteriore trovano spazio due “Tunnel Venturi”, il cui scopo è di ridurre pressione e resistenza dell’aria. I terminali dei tunnel, inoltre, ospitano anche il gruppo luci posteriore, completamente LED. L’apertura delle porte, verticale, è attivata grazie al telecomando/chiave del veicolo, mentre gli specchietti retrovisori sono sostituiti da due schermi che trasmettono le immagini riprese dalle telecamere montate sulla carrozzeria.

Viste le caratteristiche tecniche, è facile immaginare che la Lorus Evija non è un’automobile per tutte le tasche. La Evija sarà prodotta in appena 130 esemplari con un prezzo di listino di 2,11 milioni di dollari. Al cambio poco più di 2 milioni di euro. Una cifra che potrebbe addirittura salire se si decidesse di aggiungere optional e altre finiture alla propria supercar. La consegna dei primi modelli, fanno sapere da Lotus, è prevista già a partire dal 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Lotus Evija: ecco l’auto stradale di produzione più potente di&nbsp...