Sulla Lexus ES ibrida spuntano gli specchietti del futuro

Elementi che vedevamo sui modelli da esposizione, oggi compaiono anche sulle auto di produzione

Specchietti del futuro, sono la nuova dotazione presente oggi anche sui modelli di vetture di produzione in serie, non più soltanto sulle auto esposte nei grandi Saloni. Si tratta degli specchietti retrovisori esterni virtuali della Lexus.

Compariranno presto in Europa, li vedremo in occasione del Salone di Ginevra 2020, sulla berlina ibrida Lexus ES 300h. A partire dal mese di ottobre li vedremo anche sul mercato italiano. Si tratta di un nuovissimo sistema all’avanguardia, messo a punto dai progettisti della Casa, che va a sostituire gli specchietti retrovisori standard che siamo abituati a vedere sulle nostre vetture con delle telecamere esterne compatte ad alta risoluzione e collegate a piccoli monitori interni a colori da 5 pollici.

È una tecnologia di ultima generazione, una soluzione che oggi chiaramente migliora la visione dell’area retrostante e al fianco della vettura in maniera esponenziale e soprattutto va a rendere le condizioni di guida ottimali. Con questi specchietti rivoluzionari del futuro vengono ridotti o eliminati i punti ciechi della visuale e quindi ovviamente la guida è più sicura. Le telecamere si adattano per un angolo di visione ampliato nelle manovre.

I monitor sono collegati proprio alla stessa altezza degli specchietti. In questo modo rientrano nella visuale intuitiva del guidatore, il loro design permette di controllare tutta la situazione attorno all’auto con movimenti di testa e collo minori, sia la sicurezza che il comfort a bordo aumentano. Gli alloggiamenti che ospitano le nuove telecamere sono aerodinamici e sottili, in perfetta armonia con il design elegante dell’auto.

I nuovi specchietti del futuro sono più piccoli rispetto a quelli classici, in questo modo si riduce la rumorosità aerodinamica. All’interno del sistema vi sono i riscaldatori che evitano sia l’appannamento che il congelamento, due situazioni molto complesse che riducono la visuale. Nelle telecamere è integrato anche un sensore di luminosità che riduce l’abbagliamento che proviene dai veicoli dietro l’auto durante la guida nelle ore notturne.

I progettisti del nuovo sistema di specchietti di Lexus hanno dichiarato: “Il sistema di visione laterale virtuale aiuta il conducente a manovrare l’auto in modo sicuro durante il parcheggio o la guida, aggiungendo linee guida di riferimento alle immagini. Durante il parcheggio, le linee indicano le distanze di 20 e 50 cm dal paraurti posteriore e di 50 cm lungo ciascun lato dell’auto. Queste vengono mostrate sull’immagine live e anche in un’icona sul display che raffigura la posizione dell’auto vista dall’alto. Durante la guida in autostrada, il guidatore viene aiutato a valutare le distanze di sicurezza dalle altre vetture grazie a linee di riferimento che indicano 5 m, 10 m e 15 m sulla strada da percorrere quando si guida a velocità fino a 70 km/h. A velocità più elevate le distanze sono 5 m, 10 m, 15 m e 30 m”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Sulla Lexus ES ibrida spuntano gli specchietti del futuro