Lexus: curiosità, informazioni e notizie dei giapponesi di Toyota

Scopriamo insieme le principali curiosità, informazioni e notizie sul marchio di lusso della Toyota

Nel 1989 Toyota, in risposta all’ingresso sul mercato di Acura e Infiniti marchi rispettivamente di Honda e Nissan, mette sul mercato il suo brand di lusso: Lexus. Nominativo che è acronimo di Luxury Exportasion United States. L’intera produzione inizialmente era distribuita tra le regioni del Chubu e del Kyushu in Giappone. L’idea di creare un marchio di gran lusso al di fuori di Toyota stessa, viene avanzata però già a partire dal 1983 dall’allora presidente Eiji Toyoda, il marchio doveva possedere una certa indipendenza anche nel nome. Il mercato indicato per le vendite fu inizialmente quello degli Stati Uniti. Nel 1987 la produzione ebbe inizio con la Lexus LS 400 che presentava finiture curatissime e sotto il cofano un poderoso motore da 4.0 litri con disposizione V8. La LS 400 pur presentando una linea canonica da berlina presenta soluzioni all’avanguardi, utilizzo di leghe leggere in alluminio e sospensioni attive.

Dopo un’intensa fase di collaudo e studio la LS 400 viene presentata nel 1988 al Salone Internazionale di Los Angeles. Dopo pochi mesi venne messa in opera una numerosa rete di vendita che determinò il successo iniziale del marchio e della sua prima vettura. Tuttavia la produzione ben presto si diversifica, grazie all’ingresso in catalogo di modelli coupé, cabriolet fino ad arrivare alla produzione di suv. Proprio nel 2003 Lexus inizia la produzione del celebre suv RX, primo modello della casa ad essere prodotto al di fuori dei confini giapponesi, in Ontario quindi Canada .

Antesignana della propulsione ibrida, la Lexus già nel 2005 inserisce a bordo della RX un propulsore elettrico accoppiato ad uno tradizionale termico. Nello stesso anno Lexus inizia a vendere anche nella terra d’origine, mettendo in atto anche un nuovo piano di espansione globale. Nel 2013 si completa il processo di “ibridazione”; il modello IS 300h monta soltanto a partire da quell’anno un propulsore elettrico accoppiato ad un 4 cilindri benzina di 3.0 litri.

A partire dalla seconda metà degli anni 2000 il design subisce un radicale cambiamento virando verso linee più decise e assolutamente sportiveggianti, ne è un esempio la nuova calandra a forma di clessidra che caratterizza fortemente il frontale di tutti i modelli della gamma. Oggi in Italia la gamma prevede la berlina media CT la grande berlina GS disponibile anche con tutte le quattro ruote sterzanti, la berlina compatta IS. La nuova versione della LS è disponibile anche con due diverse lunghezze del passo. Chiudono l’elenco la sportivissima RC e i suv NX e il celebre RX. Tutti i modelli sono equipaggiati da propulsori ibridi.

Lexus: guarda il listino prezzi

Guarda tutte le schede auto, la storia e le curiosità di tutte le case automobilistiche consultando questo elenco alfabetico:

AbarthAlfa Romeo, Alpine, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroën, Dacia, Daihatsu, Dodge, DR, DS, Ferrari, Fiat, Fisker, Ford, Gonow, Great Wall, Honda, Hummer, Hyundai, Infiniti, Isuzu, Jaguar, Jeep, Kia, Lada, Lamborghini, Lancia, Land Rover, Landwind, Lotus, Mahindra, Martin Motors, Maserati, Maybach, MazdaMcLaren, Mercedes, MG, Mini, Mitsubishi, Morgan, Nissan, Opel, Pagani, Peugeot, Porsche, Qoros, Renault, Rolls-Royce, Seat, Skoda, Smart, Ssangyong, Subaru, Suzuki, Tata, Tesla, Toyota, Volkswagen, Volvo.

Immagini: Depositphotos

MOTORI Lexus: curiosità, informazioni e notizie dei giapponesi di Toyot...