Lamborghini, il V12 della Aventador del futuro sarà ibrido

La Casa di Sant'Agata Bolognese si appresta a realizzare la prima Aventador ibrida plug-in

Lamborghini è pronta a una vera e propria svolta epocale: il motore V12 della Aventador del futuro sarà ibrido. Ad annunciarlo è stato Maurizio Reggiani, Chief Technical Officer della Casa di Sant’Agata Bolognese. In passato l’azienda emiliana ha già adottato una soluzione ibrida per uno dei suoi modelli: la Sian prodotta in serie limitata, utilizzando una combinazione tra lo storico V12 e un’unità elettrica da 48, arrivando a un picco di potenza superiore a 600 cavalli.

La futura Aventador, però, segnerà una rivoluzione assoluta per l’azienda di Sant’Agata Bolognese: il passaggio a una soluzione ibrida plug-in che permetterà alla nuova generazione della super sportiva di viaggiare anche in modalità 100% elettrica.

Il motore V12 fa parte della storia della Lamborghini sin dai suoi inizi ed è stato presente sui modelli prodotti dalla Casa emiliana ogni anno. Per questo la strategia aziendale è quella di continuare a proporre lo storico propulsore, accoppiato però a un motore ibrido, una soluzione già vista sulla Sian, bolide che ha ispirato la Ducati per la realizzazione della moto Diavel 1260 Lamborghini, frutto della collaborazione tra le due storiche aziende emiliane.

Al momento non emergono ulteriori dettagli riguardo ai tempi e alle modalità di produzione della nuova generazione di Aventador di Lamborghini che ha da poco festeggiato in grande stile i 50 anni della mitica Jarama GT. L’assistenza elettrica, oltre ad aiutare Lamborghini a raggiungere i sempre più rigorosi obiettivi di CO2, consentirà di migliorare ulteriormente le prestazioni della Aventador, andando anche a colmare i punti debole del motore aspirato, specialmente dove la coppia è inferiore.

Quando lo sviluppo porterà all’arrivo di soluzioni con batterie di maggiore capacità ed erogazione costante di energia, inoltre, sarà possibile l’uso della trazione anteriore elettrica, eliminando anche l’albero di trasmissione che scorre al centro della vettura.

Presentata per la prima volta nel 2011, in occasione del Salone dell’Automobile di Ginevra, la Aventador ha sostituito la Murcielago nella gamma di Lamborghini. La prima generazione, spinta naturalmente dal motore V12, aveva una cilindrata di 6.5 litri, con una potenza massima di 700 cavalli a 8.250 giri al minuto e una coppia motrice di 690 Nm a 5.500 giri al minuto.

Mentre gli appassionati attendono di vedere la futura generazione spinta da un motore ibrido plug-in, la Casa svizzera Mansory, specializzata nella realizzazione di modelli personalizzati di auto sportive, ha lanciato un kit speciale per la Lamborghini Aventador capace di spingerla a 350 km/h.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Lamborghini, il V12 della Aventador del futuro sarà ibrido