Lamborghini Urus è arrivata!

Lamborghini Urus di fatto diventerà la terza “famiglia” di Lamborghini visto che andrà ad affiancarsi alle attuali Huracan e Aventador

E’ stata presentata al pubblico la nuova Lamborghini Urus    la prima Super Sport Utility Vehicle della Casa del Toro. Numerosi elementi della carrozzeria si ispirano alla LM002 e alle supersportive che hanno reso leggendaria la storia del marchio.

Il frontale ha un profilo basso che risale verso il cofano, sotto cui si cela il motore V8 biturbo di derivazione Audi sia pure adeguato alle esigenze di una vera Lamborghini… come disporre di almeno 650 cv di potenza massima. Si tratta di un’unità motrice già impiegata in passato sull’Audi RS6, che dovrebbe garantire un impiego ideale soprattutto in previsione di un utilizzo molto versatile del Suv Lamborghini sia pure rispetto alle attuali motorizzazioni V10 e V12 di Huracan e Aventador.

Con 6.800 giri di limite massimo e coppia disponibile da 2.250 e 4.500 giri garantisce prestazioni in linea con il marchio sul cofano, con 305 km/h di punta massima e 3,6 secondi per toccare i 100 km/h.

GUARDA LE FOTO

Il V8 di Lamborghini Urus, inoltre, sarà collocato in posizione anteriore, siamo pure orientato verso il centro per garantire un’ottimale distribuzione dei pesi.. Il posteriore è vigoroso, dalle linee scolpite, ed esprime un nuovo livello di potenza e prestazioni.

Una linea dal forte accento dinamico corre lungo le fiancate della Urus dando completezza a un’architettura perfetta. Linee diagonali sul cofano anteriore e sul lunotto posteriore richiamano quelle della Countach.

I passaruota esagonali sono un’eredità della LM002, il primo SUV a marchio Lamborghini. Una piccola maschera di ventilazione triangolare, anch’essa derivata dalla LM002, è presente sul fianco della Urus ed è decorata con i colori della bandiera italiana, per sottolineare le origini del super SUV Urus di Lamborghini.

Il design degli interni è ugualmente ricco di fascino. Per far sentire il conducente un vero pilota, la posizione del sedile è bassa e comandi e quadro strumenti abbracciano idealmente il posto di guida seguendo principi ergonomici. Sempre in omaggio all’ heritage Lamborghini. il tema delle linee esagonali è protagonista sia negli interni quanto negli esterni.

Quanto, invece, alla scelta del telaio sembra proprio che si tratterà di un pianale già impiegato per fare da “base” sia della nuova Audi Q7 che della Bentley Bentaya.

Uno degli elementi chiave dell’esperienza di guida della Urus è il Tamburo, ovvero la leva sulla console centrale che permette di selezionare le modalità. Trattandosi di una Suv, ci sono molte più opzioni rispetto alle altre vetture del Toro: Neve, Terra, Sabbia, Sport, Corsa e Strada.

Quanto costa la Lamborghini Urus? Quando sarà in consegna, a partire dalla prossima primavera, avrà un prezzo in Italia di circa 200.000 euro.

MOTORI Lamborghini Urus è arrivata!