Lamborghini Miura SV, torna a splendere un gioiello del Toro

Restaurata la mitica Lamborghini Miura Sv presentata a Ginevra nel 1971

Dopo un anno di restauro torna a splendere in tutta la sua originaria bellezza uno dei pezzi storici dell’automobilismo italiano: è l’originale Lamborghini Miura SV presentata al Motorshow di Ginevra nel 1971 e ‘madre’ del successivo modello di serie Miura SV.

Svelata all’epoca nello stand di Bertone, la Miura SV era una sorta di concept che applicava sulla base della Miura S una serie di soluzioni che avrebbero poi trovato la produzione di serie con la SV.

Un anno fa il Polo Storico Lamborghini, appena nato a supporto dei modelli storici e dell’heritage di Lamborghini, ha iniziato l’operazione di restauro per riportare il telaio n° 4846 alle sue condizioni originarie affidandosi a foto e documentazione storica da un lato e sfruttando ricambi e soluzioni assolutamente fedeli alla Miura SV del 1971 dall’altro.

“Questo modello è molto importante non solo perché storico in quanto esposto al Motorshow di Ginevra e predecessore della successiva Miura SV, ma anche come progetto realizzato del Polo Storico” – ha spiegato Enrico Maffeo, Direttore del Polo Storico – Siamo lieti di mostrare per la prima volta quest’automobile in uno stato completamente rinnovato, col consenso del proprietario, al concorso di Amelia Island”.

“Questo è l’anno è in cui la Miura festeggia i suoi 50 anni. Quest’automobile non solo incarna l’appeal unico della Miura, largamente riconosciuta come anticipatrice dei moderni modelli di auto sportiva, ma è anche l’esempio perfetto dell’esperienza del Polo Storico nel restaurare le Lamborghini nel modo più autentico”, ha concluso Maffeo.

Proprio nel weekend appena conclusosi ad Amelia Island, la Lamborghini Miura è stata così una delle auto più ammirate alla pari di un altro gioiello italiano, l’Alfa Romeo BT45 di F.1, più conosciuta come la “Brabham-Alfa”.

MOTORI Lamborghini Miura SV, torna a splendere un gioiello del Toro