Tesla Model S D, elettrica 4×4 con 442 km di autonomia

Tesla Model S diventa Dual Drive, cioè a trazione integrale

 Tesla Model S diventa Dual Drive, cioè a trazione integrale. Sulla vettura americana verrà infatti montato un secondo propulsore elettrico, sistemato dietro l’asse anteriore. E viene anche aggiornato ed arricchito l’armamentario tecnologico di assistenza.

E’ stato anche annunciato il nuovo sistema Autopilot. Si tratta di un insieme di sensori, radar e videocamere che analizzano continuamente la strada e lo scenario per aiutare il guidatore. Il sistema va dalla tipica frenata di emergenza anti-collisione passando per il mantenimento di corsia, limite di velocità automatico, e lettura dei segnali stradali.

Tesla prevede tre versioni: S 60D da 376 CV con uno spunto da 0 a 100 di 5,7 secondi ed un’autonomia di 372 chilometri, S 85D sempre da 376 CV ma con 475 chilometri di autonomia e 250 km/h di velocità di punta ed SP85D, il top di gamma, la cui cavalleria raggiunge quota 691 e l’accelerazione da 0 a 100 scende a soli 3,2 secondi. Un tempo che sfida apertamente qualsiasi auto sportiva a carburante tradizionale, anche ben più costosa.

MOTORI Tesla Model S D, elettrica 4×4 con 442 km di autonomia