La Fiat Punto torna in versione elettrica: l’indiscrezione

L’amministratore delegato di Fca, Mike Manley non ha smentito un possibile accordo futuro tra il gruppo italio-americano e PSA. Secondo le indiscrezioni il Gruppo FCA avrebbe manifestato particolare interesse nella piattaforma elettrica e-CMP, recentemente presentata al Salone di Ginevra sulla versione elettrica della nuova Peugeot 208.

Fca non è un segreto che sia indietro rispetto alla concorrenza in tema di auto elettriche e autonome. E’ necessario quindi trovare dei partner per dividere i costi e una soluzione per cercare di abbassare la media delle emissioni di CO2 prodotta dai propri veicoli, in vista dei limiti stringenti fissati dall’Unione Europea per il prossimo decennio, a cominciare dai 95 g/km imposti già a partire dal 2021.

Il primo passo di Fca è stato un accordo con Tesla, attraverso il quale potrà conteggiare le auto elettriche di Elon Musk nel bilancio finale, pagando quasi 2 miliardi per abbassare la media delle emissioni di CO2.

Il secondo passo potrebbe essere una proprio la condivisione del pianale progettato dal gruppo francese PSA.

C’è chi riguardo a questa ipotesi va oltre e ritiene che la Fiat Punto di nuova generazione sarà elettrica. Il rilancio della Punto amplierebbe poi il ventaglio delle offerte sul mercato di auto elettriche dopo l’arrivo della Fiat 500 e della Panda a zero emissioni.

Se Fca potrebbe avere un vantaggio sul fronte delle tecnologie a disposizione, Psa nell’alleanza vede la porta di accesso principale al mercato americano.

L’eventuale avvio delle trattative potrebbe essere annunciato entro la fine di giugno.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI La Fiat Punto torna in versione elettrica: l’indiscrezione