Kia reinventa la berlina con la Stinger

Doppia anima per la Stinger GT della casa sudcoreana, che fonde le caratteristiche di una berlina e di una sportiva

È nata a Francoforte la nuova versione della berlina. Una sedan sportiva le cui caratteristiche sono state testate lungo lo storico circuito del Nurburgring, a cui l’Alfa Romeo ha dedicato due edizioni speciali di Giulia e Stelvio. Questa volta tocca a Kia provare a stupire con la sua Stinger GT.

Le dimensioni e le forme non possono ingannare: si tratta di una berlina, ma il suo carattere e le prestazioni le conferiscono un animo sportivo, confermato dai richiami racing. Due gli allestimenti motori: il “Line” con un motore da 200 cavalli alimentato a diesel e il GT di 370 cavalli alimentato a benzina.

Le prime “prove” di un look da sportiva sono date dalle prese d’aria posizionate sul paraurti e portiere anteriori, nonché quelle presenti sul cofano motore, la cui forma allungata fa propendere per una soluzione estetica anziché per un dettaglio utile alle prestazioni. La nuova idea di berlina fonde nella Stinger GT e nelle sue fiancate sia i dettagli classici di una berlina – ossia fiancate slanciate e dimensioni importanti – sia i particolari e le forme di una sportiva da Gran Turismo.

Ne è la riprova anche il retrotreno che termina in un piccolo spoiler e la presenza di ben quattro terminali da scarico cromati, una dotazione non certo tipica di tutta la gamma delle berline. Se l’esterno manifesta la doppia anima della Stinger, gli interni sono invece tipici di una berlina: tecnologicamente avanzati, curati e confortevoli. Il sedile del guidatore può disporre di dieci regolazioni elettriche per raggiungere la posizione più gradita, mentre il sistema di infotainment è stato adattato alle moderne esigenze attraverso i sistemi Apple Car Play e Android Auto e abbinato ad un impianto audio importante.

Le configurazioni del motore si adattano alle esigenze di guida e all’utilizzo principale della vettura, che gli ingegneri Kia hanno dotato delle modalità Smart, Eco, Comfort, Sport e Sport+. La prova su strada conferma l’anima di una berlina capace di districarsi bene sia nei lunghi tratti che nei percorsi più lenti ed insidiosi, anche in virtù della doppia opzione di trazione: la posteriore e l’integrale – tra cui è possibile scegliere nella versione GT Line – e l’integrale della GT a cui si abbina il Dynamic Torque Vectoring Control che regola in automatico la coppia da trasmettere agli assali.

Gli amanti della categoria berlina troveranno nella vettura prodotta nella fabbrica di Francoforte dalla casa sudcoreana un modello innovativo, per certi versi rivoluzionario, perché capace di coniugare le velleità sportive e l’adrenalina ad esse connesse al portamento tipico delle auto di questa categoria.

Nuova Kia Stinger GT

Fonte: Instagram

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Kia reinventa la berlina con la Stinger