Jeep Cherokee in uscita a giugno 2018

A Detroit Jeep Cherokee si è presentata con un nuovo frontale meno verticale, un nuovo portellone e... 90 Kg in meno

Sono passati quattro anni dal debutto della quinta generazione di Cherokee, i tempi erano maturi per un operazione di restyling che si è concentrata soprattutto nella parte della vettura che aveva fatto più discutere al tempo della sua presentazione, ovvero il frontale che oggi si presenta meno appuntito e più verticale, e che si accompagna con  una forma tutta nuova del cofano motore e dei fari a LED che portano i proiettori su due livelli anziché tre.

È stata poi realizzata un’importante opera di alleggerimento, sia al comparto sospensioni, che ai supporti del motore che a un più leggero differenziale posteriore: tutte queste modifiche hanno permesso un risparmio di peso di oltre 90 Kg a tutto vantaggio della riduzione dei consumi.

Certamente non per l’Italia la nuova versione 2.0 litri a benzina turbo da 274 Cv con la quale è stata presentata a Detroit.

La Jeep Cherokee restyling sfoggia un diverso portellone con porta targa e maniglia di apertura rialzate e una costruzione in materiali compositi che ne riduce il peso di ben 8 kg rispetto al modello precedente. I fari posteriori hanno una nuova firma luminosa, mentre lo sportellino del serbatoio funge anche da tappo integrato.

Cambia poco l’abitacolo dove troviamo leggere modifiche alla forma delle bocchette di aerazione, una  forma differente  della leva del cambio e della console centrale che lascia più spazio al vano portaoggetti anteriore e la possibilità di avere Apple CarPlay e Android Auto sul sistema di infotainment con schermo da 7” o 8,4”; in più c’è una presa USB aggiuntiva per i passeggeri posteriori.

Il bagagliaio è stato riprogettato per offrire una capacità superiore e una larghezza accresciuta di 8,5 cm.

Migliorie sono state apportate anche all’insonorizzazione della  meccanica, alle sospensioni anteriori e alle sezioni collassabili del telaio, per migliorare il comportamento del veicolo durante i futuri crash test. Sul mercato nordamericano dove è stata appena presentata, la Jeep Cherokee restyling propone i già noti motori a benzina 2.4 da 182 CV e 3.2 V6 da 275 CV, entrambi con l’automatico 9 marce, oltre al citato 2 litri benzina da 274 CV.

MOTORI Jeep Cherokee in uscita a giugno 2018