Inchiesta emissioni in Germania: ‘irregolari’ anche Fiat, Jeep e Alfa Romeo

La Germania ha imposto il richiamo di 630mila auto che non rispettavamo le emissioni di NoX

Sono ben 630mila le auto ‘richiamate’ in Germania per non essere risultate in linea con le emissioni di ossidi di azoto al termine di un’inchiesta nata sulla scia del Dieselgate che ha messo in ginocchio la Volkswagen.

I modelli appartengono a ben sedici case automobilistiche, le tedesche Volkswagen, Audi, Mercedes-Benz, Opel e Porsche, e le ‘straniere’ Alfa Romeo, Chevrolet, Dacia, Fiat, Hyundai, Jaguar, Jeep, Land Rover, Nissan, Renault e Suzuki.

Le auto ‘analizzate’ sono state suddivise in tre gruppi, in base al  Nel primo c’erano quelle sostanzialmente nella norma e quelle con anomalie lievi e giustificate in modo convincente dai costruttori, nel secondo quelle con livelli di NOx oltre i limiti e nel terzo i modelli Volkswagen con software ‘truccato’ che erano già emersi nel Dieselgate.

Va però sottolineato che, nonostante alcuni modelli siano venduti in tutta Europa, il richiamo varrà solo per i veicoli tedeschi commercializzati in Germania, perché una decisione su un eventuale richiamo di ogni modello deve essere presa nei paesi originari delle vetture che hanno depositato la domanda di omologazione all’Unione Europa. Ad esempio, l’Italia per Alfa Romeo, Jeep e Fiat o la Francia per Renault.

Questo l’elenco delle vetture più o meno ‘irregolari’ suddivise nei tre gruppi

Gruppo I:
Audi A3 2.0 TDI Euro 6 (EA 288), Audi A6 2.0 TDI Euro 6 (EA 288), Audi A6 3.0 V6 TDI Euro 6, BMW 320d Euro 5, BMW 216d Gran Tourer Euro 6, BMW 530d Euro 6, Fiat Panda 1.3 MultiJet Euro 5, Ford Focus 2.0 TDCi Euro 5. Honda HR-V 1.6 i-Dtec Euro 6, Mazda 6 2.2 Skyactiv-D Euro 6, Mercedes-Benz C 220 BlueTec Euro 6, Mercedes-Benz S 350 BlueTec Euro 6, Mercedes-Benz Sprinter 2.1 CDI Euro 5, Mitsubishi ASX 2.2 DI-D Euro 5, Opel Astra 2.0 CDTI Euro 5, Peugeot 308 SW 1.6 HDi Euro 6, Range Rover Evoque 2.0 TD4 Euro 6, Smart Fortwo cdi Euro 5, Toyota Auris 2.0 D-4D Euro 5, Volkswagen Golf 1.6 TDI BlueMotion Euro 6 (EA 288), Volkswagen Golf 2.0 TDI Euro 6 (EA 288), Volkswagen Passat 2.0 TDI Euro 6 (EA 288), Volkswagen Golf Sportsvan 2.0 TDI Euro 6 (EA 288), Volkswagen Touran 2.0 TDI Euro 6 (EA 288), Volkswagen Golf 1.6 TDI Euro 5 (EA 288), Volkswagen Touareg 3.0 V6 TDI Euro 6, Volvo V60 D3 Euro 6,

Gruppo II:
Alfa Romeo Giulietta 2.0 JTDM Euro 5, Audi A6 3.0 V6 TDI Euro 5, Chevrolet Cruze 2.0 VCDi Euro 5, Dacia Sandero 1.5 dCi Euro 6, Fiat Ducato 3.0 MultiJet Euro 5, Ford C-Max 1.5 TDCi Euro 6, Ford C-Max 2.0 TDCi Euro 6, Hyundai i20 1.1 CRDi Euro 6, Hyundai ix35 2.0 CRDi Euro 5, Jaguar XE 2.0 D Euro 6, Jeep Cherokee 2.0 MultiJet Euro 5, Mercedes-Benz V 250 Bluetec Euro 6, Nissan Navara 2.5 dCi Euro 5, Opel Insignia 2.0 CDTI Euro 6, Opel Zafira 1.6 CDTI Euro 6, Porsche Macan 3.0 V6 diesel Euro 6, Range Rover 3.0 TDV6 Euro 5, Renault Kadjar 1.5 dCi Euro 6, Renault Kadjar 1.6 dCi Euro 6, Suzuki Vitara 1.6 DDiS Euro 6, Volkswagen Amarok 2.0 TDI Euro 5 (EA 189), Volkswagen Crafter 2.0 TDI Euro 5 (EA 189),

Gruppo III:
Volkswagen Beetle 2.0 TDI Euro 5 (EA 189), Volkswagen Golf Plus 1.6 TDI Euro 5 (EA 189), Volkswagen Passat 2.0 TDI Euro 5 (EA 189), Volkswagen Polo 1.2 TDI Euro 5 (EA 189).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Inchiesta emissioni in Germania: ‘irregolari’ anche Fiat, ...