In campo la tecnologia plug-in hybrid

Grazie alla tecnologia plug-in hybrid è possibile avere una vettura con alte prestazioni di guida e un risparmio notevole sui consumi

Le vetture elettriche con la tecnologia Plug-in Hybrid hanno un motore elettrico e uno a combustione interna perfettamente integrati. Essi possono essere ricaricati facilmente grazie al connettore della batteria associato al motore elettrico. Ciò rappresenta un grande vantaggio anche rispetto alle auto Full Hybrid, nelle quali si può caricare la batteria solamente con un recupero energetico. Non dimentichiamo poi che queste vetture di alta tecnologia presentano una elevata autonomia quando funzionano con la modalità elettrica. In genere, sono garantiti una cinquantina di chilometri in solo regime elettrico.

Le auto con la tecnologia Plug-in hybrid sono versatili e si adattano sia a chi vuole una vettura comoda ed economica per girare in città, sia a chi deve effettuare lunghi viaggi. In questo caso, si opterà per il motore tradizionale a combustione.

La tecnologia deriva da una operosa ricerca iniziata dal lontano 1997, anno in cui sono state commercializzate le prime auto ibride. Da quel momento, la tecnologia di settore ha fatto passi da gigante, arrivando a mettere in campo un’auto ibrida capace di funzionare sia con un motore elettrico che a benzina. Con il progresso della tecnica e della ricerca, sono ora disponibili vetture a tecnologia plug-in hybrid capaci di arrivare fino a 25 chilometri in solo regime elettrico, assicurando un risparmio economico non da poco.

Da tenere in considerazione il bassissimo impatto ambientale di queste auto. Con una drastica emissione di gas nocivi, l’ambiente sarà molto meno inquinato. Il nostro Paese, attento alla questione ambientale, mette a disposizione incentivi e sgravi fiscali per chi decide di passare all’acquisto auto con tale tecnologia, puntando all’obiettivo di ridurre le emissioni di gas nocivi e lo spreco di benzina.

Alcuni modelli di queste vetture hanno un sofisticato sistema di rigenerazione, in grado di prendere il calore disponibile emesso da frenata e acceleratore e utilizzandolo per produrre elettricità fruibile, che sarà sempre a disposizione e in un tempo maggiore. Ciò significa che anche nei brevi tratti, avremo un risparmio e un’efficienza ai massimi termini. I sofisticati sistemi associati al doppio motore sono sicuri e garantiscono al guidatore di non trovarsi mai senza batteria scarica, magari proprio quando è lontano dalla città. Ciò è reso possibile dall’alta potenza generata dal complesso dispositivo elettrico che va a interagire sinergicamente con il motore a benzina. Insomma, tanti i vantaggi di questa auto intelligente, tra risparmio, basso impatto ambientale, potenza e sicurezza.

Immagini: Depositphotos

MOTORI In campo la tecnologia plug-in hybrid