In arrivo un nuovo crossover per Alfa Romeo: si chiamerà Kamal?

Negli Stati Uniti FCA ha registrato il nome 'Kamal', quello del concept crossover presentato nel 2003

Gli appassionati di motori, in particolare gli “alfisti” si ricordano certamente il Kamal: si tratta di un concept di crossover presentato dall’Alfa Romeo nel lontano 2003, quando ancora SUV e CUV non rappresentavano una fetta del mercato importante come oggi.

Il nome torna di intrigante attualità proprio in questi giorni nei quali il primo suv del Biscione, lo Stelvio, si appresta a compiere alcuni, importanti test al Nurburgring in vista della presentazione a fine 2016. Negli Stati Uniti, infatti, FCA ha registrato il nome “Kamal” presso lo “United States Patent and Trademark Office”. Ufficialmente si tratta dunque di un legame con il gruppo Fiat-Chrysler e non specificatamente con il brand di Arese e la stessa regisrtazione non implica né il suo abbinamento con un modello definito, nemmeno di Alfa o, addirittura, neppure un effettivo utilizzo. Per intenderci, potrebbe essere abbinato anche ad un nuovo concept o non essere sfruttato.

Alcune coincidenze però sono quanto meno curiose. Soprattutto, si sa che dopo il mid-size suv Stelvio, l’Alfa Romeo ha in programma altri due modelli della famiglia dei suv: un crossover e un suv di grandi dimensioni. Visto il passato, dunque, Kamal potrebbe essere il nome del prossimo crossover del Biscione, anche se resta ovviamente da verificare con quanti e quali similitudini estetiche o tecniche con il suo lontano predecessore.

Come ricordato, il Kamal venne presentato al Salone di Ginevra nel 2003 ed era decisamente innovativo per i tempi: il nome scelto significa in arabo “sintesi degli opposti”, per sottolinerare l’unione delle esigenze di Sportività e Utilità (vedi alla voce Sport Utility Vehicle…).

Disegnato dal centro stile Alfa Romeo e ingegnerizzato dall’Elasis, il concept aveva un baricentro basso, una buona aerodinamicità e in alcuni tratti anticipava la Giulietta e, soprattutto, i tempi, almeno per dimensioni, visto che era lungo 4.350mm, largo 1860 mm e alto 1.620 mm.

Tecnicamente, il crossover aveva le porte anteriori che si aprivano normalmente e quelle posteriori “controvento”, una trazione integrale permanente a tre differenziali con tecnologia Torsen e le sospensioni anteriori e posteriori quadrilatero. Il motore era un V6 da 3179 cm cubici con potenza da 250 CV e velocità massima dichiarata di circa 200 km/h, lo stesso della 147 GTA. Il bagagliaio, infine aveva una capienza di circa 400 litri ma allargabile ribaltando i sedili posteriori. Ora resta da capire come sarà il suo successore.

MOTORI In arrivo un nuovo crossover per Alfa Romeo: si chiamerà Kamal?