Hyundai ix20 App Mode, prova della monovolume spaziosa e hi-tech

Con il motore a benzina la piccola coreana costa 17.050 euro, offrendo un buon rapporto tra prezzo e dotazioni

In tempi in cui internet è entrato nelle nostre vite con la diffusione dei computer, degli smartphone e dei tablet, anche le automobili devono adeguarsi per stare al passo coi tempi. Ed ecco che una monovulume da città perfetta per una famiglia come la Hyundai ix20 si dota del suo bravo dispositivo multimediale. L’allestimento si chiama App Mode (con cui la ix20 è diventata la prima Hyundai ad aver adottato un sistema di infotainment) e fa affidamento a un impianto della Pioneer che comprende anche il navigatore, il tutto ad un prezzo competitivo rispetto alla concorrenza. Infatti, la Hyundai ix20 App Mode che abbiamo provato è quella dotata della motorizzazione 1.4 a benzina da 90 CV, che ha un listino di partenza di 17.050 euro. Prendendo in considerazione le auto rivali della coreana, infatti, si scopre che la Hyundai ix20 si posiziona bene nei confronti della concorrenza, offrendo in più  5 anni di garanzia, assistenza stradale e controlli gratuiti a chilometraggio illimitato.

In Italia, poi, un cliente su quattro sceglie proprio l’allestimento App Mode del nostro test e il nostro Paese rappresenta per la ix20 il primo mercato in termini di vendite, che a partire dal lancio contano oltre 18.000 vetture immatricolate. Fin dal suo debutto, nel 2010, la ix20 ha fatto l’occhiolino alla categoria dei piccoli SUV e crossover da città, a cominciare dal nome. La “x” in casa Hyundai sta per versatilità, indole che caratterizza anche la sorella maggiore Hyundai ix35 e l’auto che si pensava si sarebbe dovuta chiamare ix45, ovvero la nuova Hyundai Santa Fe.

Sulla ix20, inoltre, Hyundai ha mostrato il linguaggio stilistico fluidic sculpture per la seconda volta dopo il debutto della ix35. Il frontale della compatta monovolume, in particolare, si fa portavoce della compattezza della carrozzeria: anche pensando alle concorrenti, infatti, nei 410 cm di lunghezza la ix20 offre molto spazio, sia per le persone che per i bagagli. Inoltre l’abitacolo offre un pavimento quasi perfettamente piatto e il divanetto posteriore ampiamente scorrevole e reclinabile in sezioni separate e regolabile su diverse posizioni. Ci sono poi tanti vani portaoggetti pratici e ben dimensionati e due prese da 12V (oltre a quella presente nel bagagliaio) con entrata AUX e USB.

Tornando al dispositivo multimediale Pioneer AVIC-F840BT, quello che gli si può rimproverare è di non essere moderno come i sistemi di molte rivali, che spesso però offrono la tecnologia con optional a pagamento. In ogni caso, il display touchscreen da 6,1” permette di accedere al navigatore satellitare con le mappe di 45 Paesi europei e a circa 20 applicazioni, integrate ppure scaricabili da iTunes per i dispositivi Apple iPod e iPhone. Tra le App citiamo CarBrowser, che serve per navigare in internet; Waze, che controlla tramite social network il traffico; Mixtrax, che personalizza la musica contenuta nel proprio iPhone.

Da guidare la Hyundai ix20 è morbida come le più classiche monovolume, senza pretese nell’affrontare le curve. L’assetto è morbido per assecondare il comfort, per cui bisogna accettare una certa dose di rollio. In sintonia con l’impostazione turistica è lo sterzo, che ha un effetto di ritorno piuttosto evidente, ma in compenso è leggero nelle manovre in città, dove la Hyundai ix20 si trova più a suo agio. Il motore a benzina da 90 CV, infatti, è morbido, regolare e silenzioso ed è accoppiato a un cambio manuale a 5 marce, dalla rapportatura corta. Questo facilita la vita nei centri urbani, mentre penalizza la vettura nella marcia autostradale. La manovrabilità della leva è caratterizzata da innesti dolci e carichi di azionamento leggeri. La rapportatura agile influenza anche il consumo, che nel nostro test è stato in media di 8,0 l/100 km, pari a 12,5 km/l.

Le dotazioni della Hyundai ix20 1.4 MPI App Mode da 90 CV riprendono quelle dell’allestimento Comfort, con un prezzo di partenza di 17.050 euro. Oltre agli equipaggiamenti di cui abbiamo già parlato di serie sulla ix20 App Mode ci sono anche il climatizzatore automatico, gli specchietti regolabili e ripiegabili elettricamente con indicatori di direzione integrati, i sensori di parcheggio, i fendinebbia, i comandi audio al volante e i cerchi in lega leggera da 16".

(a cura di OmniAuto.it)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Hyundai ix20 App Mode, prova della monovolume spaziosa e hi-tech