Gran Premio F1 di Spagna, ecco perché la Ferrari copia la McLaren

A Barcellona la scuderia italiana presenta una soluzione che potrebbe migliorare nettamente l'aerodinamicità della SF71H, non senza qualche polemica

Grandi novità per la Ferrari impegnata nel Gran Premio di Spagna. A Barcellona, durante le verifiche tecniche del giovedì, il cavallino rampante ha svelato alcuni importanti cambiamenti aerodinamici che promettono di far guadagnare preziosi decimi di secondo alle monoposto guidate da Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen.

Gran Premio F1 di Spagna, ecco perché la Ferrari copia la McLaren

Una delle più eclatanti modifiche, che ha sorpreso anche i tecnici dei team avversari, è sicuramente la nuova forma degli specchietti, forati, che funzioneranno assieme alle prese d’aria a 45 gradi. Una soluzione che le altre scuderie non potranno replicare. Sarò loro concesso soltanto posizionare un’aletta supplementare al di sopra degli specchietti. Questa modifica è il risultato della volontà di sfruttare al massimo una delle ultime direttive della Federazione in merito al posizionamento degli specchietti. Grazie alle ultime decisioni è possibile posizionare gli specchietti retrovisori non più fusi alla scocca, ma all’anello superiore del diadema. I tecnici hanno provveduto anche a posizionare due appendici aerodinamiche collegate all’Halo. Una sorta di ali che permetterà la pulizia dei flussi che scorrono verso il posteriore della vettura.

Una modifica che ha messo in allarme Mercedes e Red Bull visto che la Ferrari, con audacia, si è spinta in una zona d’ombra del regolamento, senza però infrangerlo.

Ma la modifica degli specchietti non è l’unica novità della rossa fiammante impegnata sul circuito di Catalogna, la quinta gara del Campionato mondiale del 2018. Oltre alla modifica agli specchietti la Ferrari SF71H si è presentata alle verifiche tecniche con una modifica nella zona del fondo che sembra prendere spunto da alcuni accorgimenti della McLaren.

Sono state realizzate delle soffiature in prossimità dei deviatori di flusso laterali, divise in due porzioni da un taglio obliquo. La soluzione sembra essere ispirata alle novità presentate dalla scuderia inglese con la sua MCL33. Il team Ferrari, con questa modifica, punta a sigillare al meglio il flusso d’aria che passa nella parte bassa, che influisce profondamente sul carico aerodinamico che si crea attraverso l’estrattore.

Il Gran Premio di Spagna, Gran Prix durante il quale la Ferrari proverà le novità elaborate dal team guidato dal team guidato da Mattia Binotto,  è la quinta prova della stagione 2018 del campionato mondiale di Formula 1. La gara si correrà domenica 13 maggio sul circuito di Catalogna. Proprio alla vigilia di questo atteso appuntamento il consiglio mondiale della FIA ha ratificato alcuni importanti modifiche al regolamento che riguardano l’aerodinamica per aumentare le possibilità di sorpasso.

Specchietti Halo Ferrari

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Gran Premio F1 di Spagna, ecco perché la Ferrari copia la McLare...