Ford C-Max: il monovolume compatto si rinnova

A giugno arriva la nuova versione del Ford C-Max, il monovolume compatto più venduto in Italia

Il Ford C-Max è il monovolume compatto più venduto in Italia e, per rinnovare il suo successo nel Belpaese e in Europa, si presenta nel 2015 in una nuova versione, aggiornata a livello di design, tecnologia e motori. Innanzitutto si può scegliere  tra la versione a cinque o a sette posti, quest’ultima di 14 cm più lunga su posteriore, con relativo maggiore spazio nel bagagliaio e terza fila con altri due posti, il tutto con le porte posteriori scorrevoli, necessarie a chi non sta al fianco del guidatore per salire senza problemi.

Esternamente, il nuovo C-Max rispetta il concetto di base di tutti i monovolume della casa americana, ovvero quel ‘family feel’ fatto di linee dinamiche e razionali. I cambi principali a livello di look rispetto alla precedente versione riguardano soprattutto la caratteristica griglia trapezoidale, i fari più affilati e i fendinebbia più squadrati. Internamente si è cercato di razionalizzare i comandi, ora più semplici e intuitivi pur con il bonus di funzioni aggiuntive. Da sottolineare la cura nelle rifiniture, ora in nero satinato con dettagli cromati, e ‘chicche’ comode come la console centrale, completamente riprogettata e ora dotata di un bracciolo integrato e scorrevole con uno spazio portaoggetti più grande.

Novità anche ‘informatiche, con l’ultima versione del SYNC 2, il sistema Ford di connettività e comandi vocali avanzati gestibile tramite un comodo touchscreen da 8 pollici. Accresciuto pure il comfort: il vano motore è stato isolato con nuovi materiali fonoassorbenti per ridurre il rumore, i cristalli laterali sono più spessi e sono state scelte nuove guarnizioni per specchietti e portellone posteriore. Senza contare il lavoro fatto sulle sospensioni, riviste con nuovi cuscinetti e ammortizzatori, e sul servosterzo elettrico, ricalibrato con attenzione.

Insieme alla comodità, aumentata anche la sicurezza e l’assistenza alla guida, con una ampia gamma di tecnologie: si va dall’Active City Stop, che frena automaticamente per evitare impatti fino a 50 km/h (la precedente versione era fino a 30km/h) e dall’Adaptive Cruise Control, che mantiene la velocità preimpostata adattandola all’auto che precede, fino al Cross Traffic Alert, che evita incidenti monitorando il comportamento dei veicoli che incrociano  la direzione di marcia della C-Max, e all’Active Park Assist, il sistema di parcheggio semiautomatico in grado di eseguire le manovre in parallelo e in perpendicolare.

Da buona monovolume, occhio di riguardo per l’utilizzo dello spazio per i bagagli, con il Hands-Free Liftgate, che permette di aprire e chiudere il portellone posteriore senza utilizzare le mani.

Rinnovata pure la gamma dei motori. Per chi punta sul benzina, la scelta è tra il 3 cilindri 1.0 EcoBoost da 100 e 125 CV e il 1.5 da 150 CV. Per il diesel, invece, si va dal dal 1.5 TDCi da 95 e 120 CV al 2.0 TDCi da 150 o 170 CV, in entrambi i casi anche con cambio automatico doppia frizione Powershift. Chi, infine, vuole l’ibrido, ecco il GPL 1.6 aspirato da 120 CV. Da notare come, per la prima volta, C-MAX sarà disponibile anche in una versione ECOnetic che emetterà solo 99 g/km di CO2.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ford C-Max: il monovolume compatto si rinnova