Fiat Tipo Station Wagon: caratteristiche, prezzi e allestimenti

A otto anni dalla Stilo Multiwagon, la Fiat torna a produrre una station Wagon

Dopo la presentazione ufficiale al Salone di Ginevra Fiat , a settembre arriverà anche nella concessionarie la Tipo Station Wagon: per la casa torinese si tratta di un modello importante, perché segna il ritorno di una vettura ‘familiare’ a otto anni di distanza dall’ultima, la Stilo Multiwagon, la cui produzione si è interrotta nel 2008. Scopriamo allora le caratteristiche essenziali di quest’auto, in particolare per quanto riguarda spazio, allestimenti e prezzi.

A livello estetico, ovviamente, la versione station wagon si differenzia dalla tre e cinque porte per la parte posteriore, che riprende comunque il design delle due sorelle con l’ovvio ‘allungamento’. Le misure sono così da vera familiare: 4.57 m di lunghezza, 1.51 di altezza (considerando le barre longitudinali sul tetto, di serie) e 1.79 m di larghezza.

All’interno, la differenza principale è chiaramente legata al bagagliaio: la station wagon offre sotto la cappelliera ben 550 litri ma lo spazio è estendibile abbassando i sedili posteriori con meccanismo “Flip and Fold” (nel classico rapporto 60:40), ottenendo così un piano di carico omogeneo che arriva fino a 1.80 cm di lunghezza.

Da segnalare anche la soglia di carico bassa ed accessibile, senza quello scalino sempre fastidioso nelle operazioni ‘da bagagliaio’, e altri 12 litri di capienza sfruttabili grazie ai due vani supplementari che si possono ricavare spostando due paratie laterali. Comoda anche la configurabilità del piano di carico (anche in questo caso di serie), che può essere abbassato e bloccato a 40°.

Detto che a livello di tecnologia ed infotainment la Station Wagon non si discosta dalle altre due Tipo (presente, ad esempio, il nuovo sistema Uconnect), la scelta dei propulsori è tra tre cilindrate e altrettante motorizzazioni: si può infatti puntare sul 1.4 16v Fire da 95 CV benzina, sui 1.3 Multijet da 95 CV e 1.6 Multijet da 120 CV turbodiesel e sul 1.4 T-Jet da 120 CV a doppia alimentazione benzina e GPL. Due i cambi: manuale a cinque marce per il 1.3 Multijet e a sei marce per gli altri, e automatico a doppia frizione per il 1.6 Multijet da 120 CV.

Due gli allestimenti: Easy e Lounge. L’Easy propone di serie cerchi in acciaio da 16″, fari fendinebbia, barre portatutto, specchi retrovisori esterni verniciati in tinta carrozzeria, maniglie delle porte cromate, sistema UConnect Radio Bluetooth con AUX e USB, controlli radio al volante, telecomando di apertura e chiusura delle porte a distanza, sensore di temperatura esterna, piano di carico removibile, aria condizionata manuale, alzacristalli elettrici posteriori, sedile del posto guida regolabile in altezza, poggiatesta posteriori, sedili posteriori sdoppiabili “Flip and Fold” e specchi retrovisori esterni regolabili elettricamente con funzione di sbrinamento. A livello di sicurezza, poi, ci sono 6 airbags (frontali, laterali e tendina), sensori di parcheggio posteriori, ESC e Hill Holder, TMPR (Sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici) e kit “Fix & Go”.

L’allestimento Lounge, invece, offre in più cerchi diamantati nero lucido da 17″, dettagli cromati, volante e pomello del cambio in pelle, cruise control, sistema Uconnect Radio Tablet touchscreen VP2 da 7″ HD, Fari LED DRL integrati, presa di corrente da 12V, aria condizionata automatica, appoggiabraccio anteriore, sedile del posto guida con regolazione lombare e terzo appoggiatesta posteriore.

I prezzi dei quattro modelli presenti al lancio? Il 1.4 95 CV Easy benzina costa 17.300, il 1.4 95 CV Lounge 18.700 euro, il 1.6 MJTD 120 CV Easy 21.500 euro e il top della gamma finora disponibile, il 1.6 MJTD 120 CV Lounge, costa 22.900 euro. Chiaramente il tutto escludendo gli optional a pagamento, disponibili per lo più in pacchetti e che arrivano a costare fino a 600 euro: acquistabili singolarmente, invece, il kit fumatori da 75 euro, la ruota di scorta da 16″ a 200 euro e il cruise control per l’allestimento Easy a 220 euro.

Tutti i modelli citati sono già ordinabili e arriveranno nelle concessionarie a settembre. Nelle concessionarie a metà maggio, invece, l’altro modello presentato a Ginevra, la Fiat Tipo cinque porte, anche con il nuovo turbodiesel 1.3 Multijet da 95 CV.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Fiat Tipo Station Wagon: caratteristiche, prezzi e allestimenti