Ferrari, la nuova auto con quattro super motori

Tra i nuovi piani del Cavallino Rampante c’è una vettura unica con un motore per ruota

Ferrari sta lavorando alla realizzazione di nuovi modelli, abbiamo visto lo scorso mese di novembre la presentazione della nuova Ferrari Roma e anche della prima ibrida del Cavallino Rampante, la Ferrari SF90 Stradale.

Nel frattempo la Casa ha annunciato che la prima elettrica si farà, ma molto probabilmente è rimandata rispetto ai piani iniziali. Quello che però ha comunicato in questi giorni è che la futura supercar a zero emissioni, la prima in assoluto per il Cavallino Rampante, potrebbe avere quattro motori, uno per ogni ruota, utilizzabili in modo indipendente.

In questo modo ognuno sarà in grado di funzionare come generatore per il recupero dell’energia durante la fase di decelerazione, oltre a assicurare la gestione della massima trazione integrale. Ferrari ha depositato la documentazione a luglio 2019, la stessa che è stata pubblicata lo scorso 22 gennaio dall’Ufficio Europeo dei Brevetti, che contiene queste informazioni appena svelate.

All’interno dei documenti appare un file, precisamente il numero EP 3597464 A1, che è consultabile dal pubblico, e che mostra nel dettaglio due schemi che raffigurano in maniera molto precisa questa nuova impostazione decisa da Ferrari per la sua prima elettrica, un’architettura 2+2 alimentata a batteria e da quattro motori.

Sono tantissimi i media a livello globale che stanno riportando la notizia eccezionale di questo brevetto, lo schema rappresentato lascia intendere che la nuova supercar 100% elettrica potrebbe essere l’erede BEV della magnifica e iconica Gran Turismo 812 Superfast, con una impostazione da classica GT Stradale 2+2. La nuova auto a zero emissioni, assieme alla ibrida SF90 Stradale, rientra nella strategia che prevede il 60% di Ferrari elettrificate

È probabile anche che le due nuove auto, l’ibrida SF90 Stradale e la prima elettrica di Ferrari, condividano parte della tecnologia, tra cui anche il motore V8 biturbo 4.0 litri, abbinato a tre motori elettrici (nella versione ibrida) in grado di raggiungere la potenza combinata di 1000 cavalli. La prima elettrica avrà la possibilità di gestire indipendentemente la coppia verso ogni ruota e di selezionare le varie modalità di guida e funzionamento grazie all’e-Manettino. Il Ceo di Ferrari Louis Camilleri, al momento del lancio della SF90 avvenuto alla fine dello scorso anno, ha dichiarato che la supercar ibrida è “il primo passo in una direzione in cui la Ferrari entrerà con incessante attenzione e fiducia”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ferrari, la nuova auto con quattro super motori