Ferrari J50 dopo due anni di attesa prossima la consegna dei soli 10 esemplari prodotti

A breve saranno consegnati i primi esemplari dello storico modello progettato per la festa dei 50 anni di Ferrari in Giappone

Due anni orsono, in Giappone la Ferrari aveva presentato agli appassionati e ai clienti nipponici la J50, un modello prodotto in appena dieci esemplari che aveva subito destato stupore e attenzione. Dopo due anni di attesa, a breve riceveranno gli esemplari della J50 acquistati e potranno ammirarne tutte le qualità.

Due dei dieci modelli sono stati esposti per il Ferrari Racing Days in Giappone, presso il circuito de Fuji. A latere di un evento che ha visto sfilare alcuni degli esemplari della casa di Maranello che ne hanno scritto la storia sia su pista che su strada, la J50 sembrava essere una delle più attese, soprattutto perché a distanza di due anni nessuno aveva più avuto modo di ammirarla. I due modelli, uno con la carrozzeria color argento, l’altra con il classico rosso di casa Ferrari, saranno a breve consegnati ai reciproci proprietari, che potranno sfoggiare un veicolo curato in ogni particolare.

Tutte le Ferrari sono infatti uniche, ma le caratteristiche della J50 superano qualsiasi altro modello del cavallino rampante prodotto sinora. La carrozzeria prende spunto da altri modelli recenti di casa Ferrari, come la 458 MM Speciale e la SP38 Deborah, entrambi con motore centrale, ma è stata rivisitata dai designer italiani a Maranello per ospitare al meglio il motore V8 biturbo da 690 CV, lo stesso che monta la 488 GTB.

L’auto presentata a Tokyo spiccava per il triplice strato di vernice rossa applicato alla carrozzeria, ma anche per gli interni in pelle e Alcantara rossi e neri. L’ultimo esemplare presentato cambia invece tonalità: per la carrozzeria è stato infatti scelto un blu elettrico, a cui sono state abbinate ruote d’oro e rivestimento in pelle blu con cuciture e rifiniture gialle a contrasto.

La parte più curata dell’intero progetto J50 con cui la Ferrari festeggiava i suoi 50 anni in Giappone è però l’aerodinamica. L’obiettivo del team di progettazione restava quello di restituire a questa Ferrari il valore intrinseco di agilità, che ben si rispecchia proprio all’esterno. Finestrini e parabrezza hanno i bordi superiori inclinati, per consentire una minore resistenza all’aria, mentre le linee nere inclinate si ispirano ad altre leggende di casa Ferrari come GTO, F40 e F50.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ferrari J50 dopo due anni di attesa prossima la consegna dei soli 10 e...