Ferrari F8 Tributo, il miglior dato tecnico ottenuto da un V8 Ferrari

Il pluripremiato propulsore di Maranello continua a stupire, garantendo prestazioni di altissimo livello

Un motore destinato a diventare un simbolo della storia dell’automobilismo. Il V8 Ferrari di ultima generazione, capace di vincere per ben quattro volte il premio come miglior motore dell’anno, riceve il riconoscimento più prestigioso.

Un’auto modellata attorno alle sue “forme” e progettata per esaltarne ulteriormente prestazioni e capacità, con un nome che è tutto un programma: Ferrari F8 Tributo. Si tratta, nello specifico, di una berlinetta 2 posti che la casa di Maranello, dopo mesi di anticipazioni e indiscrezioni, ha finalmente messo su strada, dando modo di saggiarne stile di guida e prestazioni. E, un po’ incredibilmente, il V8 Ferrari è riuscito di nuovo a stupire analisti e stampa di settore, mostrandosi in forma smagliante.

Merito dell’operazione di “maquillage” cui è stato sottoposto prima di essere montato sotto la scocca della Ferrari F8 Tributo. Gli ingegneri di Maranello, infatti, hanno lavorato a fondo sia per migliorare alcuni dettagli tecnici del propulsore sia per ottimiazzare l’aerodinamica della F8 Tributo (che, comunque, eredita diverse soluzioni dalla 488 Pista). L’ultima nata dal Centro Stile Ferrari raggiunge così prestazioni più elevate della Ferrari 488 Pista, senza andare però a intaccare il piacere e il comfort di guida.

Ferrari F8 Tributo, ecco la nuova auto del Cavallino Rampante

Rispetto al passato, la Ferrari F8 Tributo guadagna 50 cavalli di potenza, raggiungendo i 720 cavalli e 778 Nm di coppia. Caratteristiche che le permettono di raggiungere i 340 chilometri orari di velocità massima e avere un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e da 0 a 200 km/h in 7,8 secondi. Numeri che rendono il biturbo montato dalla F8 Tributo il motore 8 cilindri più potente di sempre nella storia della casa di Maranello.

Una potenza, però, che designer e ingegneri Ferrari sono riusciti a “domare” senza problemi, garantendo agli acquirenti una vettura facile e piacevole da guidare. Che si guidi in pista o su strade di campagna, poco importa: la F8 Tributo sa adattarsi alle situazioni più differenti, aiutando il guidatore a dosare adeguatamente i 720 cavalli del motore. In pista, ovviamente, regala emozioni e sensazioni che altre vetture dello stesso segmento non sanno donare, mentre su strada non si avranno problemi a controllare cavalli e coppia grazie ai vari settaggi elettronici disponibili.

Nella versione base (costo 236 mila euro), la Ferrari F8 Tributo è equipaggiata con gruppi ottici Full Led, i cerchi di lega da 20 pollici, l’impianto frenante carboceramico, climatizzatore bi-zona, il sistema Keyless e l’infotainment con radio Dab e connettività Bluetooth. Il prezzo di listino, però, sale facilmente nel caso in cui si scelga uno dei tanti optional che il configuratore consente di aggiungere.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ferrari F8 Tributo, il miglior dato tecnico ottenuto da un V8 Fer...