Crash Test: ecco quanto sono sicure le nuove auto. Foto sequenza

L'ente specializzato Euro NCAP ha messo alla prova diversi modelli appena messi in vendita. In caso di incidente le SUV compatte proteggono adeguatamente i passeggeri

Un nome che le case automobilistiche non possono assolutamente ignorare, almeno in Europa: Euro NCAP. Un ente che realizza periodicamente prove di crash-test con le auto più recenti fornite dalle case, e fornisce una valutazione di sicurezza in varie forme, a cominciare dalle ormai proverbiali "stelle".

Il valore ambito da tutti è il raggiungimento delle "5 stelle", tanto che le auto nuove vengono  progettate con questo parametro di riferimento. Per ottenerle bisogna che l’auto si comporti bene nelle prove d’urto frontale e laterale, a velocità standard, sia per i passeggeri adulti che per i bambini, e in quelle d’ urto con un pedone.

Le ultime automobili sottoposte allo scontro, con i celebri manichini sacrificati alla causa della sicurezza, sono alcune novità nel mercato europeo. Ottiene 5 stelle la Renault Captur, SUV da città recentemente lanciata dalla casa francese. Le 5 stelle non significano però punteggio pieno, ma piuttosto votazioni complessive nella fascia superiore dei voti: la Captur si comporta molto bene nella protezione degli adulti, in modo soddisfacente in quella dei bambini, e media per la protezione delle gambe di un pedone; ottima invece la dotazione di sicurezza.

Un’altra SUV da città è la Chevrolet Trax, anch’essa valutata con 5 stelle da Euro NCAP: fa ancora meglio della francese, soprattutto nella protezione di adulti e bambini, mentre per urto pedoni e dotazioni i risultati sono simili. Interessante, invece, la prova d’urto della nuova Dacia Sandero, compatta basata su una Clio di vecchia generazione costruita in romania, ma con forme e finiture sempre più accattivanti. Dacia è il marchio low cost di Renault: questo significa anche risparmio in termini di sicurezza?

La Sandero ottiene 4 stelle, soprattutto a causa di una dotazione di bordo meno completa, e perché i pedoni rischiano danni in caso d’urto nella zona della testa e nell’area pelvica. La carrozzeria, però, è robusta con risultati di tutto rispetto nella protezione degli adulti e anche in quella dei bambini. Il test della Nissan Evalia invece ci mostra come si comporta una multispazio recente dalla buona diffusione internazionale, ma derivata da un veicolo commerciale, ovvero la Nissan NV200.

Solo tre le stelle assegnate, soprattutto per il test sulla protezione degli adulti, a causa di una forte deformazione dell’abitacolo che si è "piegato" per la dissaldatura del montante; meno valido il risultato anche negli altri tipi di urto. Fa meglio nel livello di protezione dei bambini e anche nella prova dell’urto con il pedone. Complessivamente non al livello delle altre, invece, le dotazioni di sicurezza.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Crash Test: ecco quanto sono sicure le nuove auto. Foto sequenza