Elon Musk vende le sue azioni Tesla

La notizia clamorosa è che il CEO di Tesla ha deciso di chiedere ai suoi follower di Twitter il parere sulla quota azionaria

Elon Musk è un personaggio senza dubbio singolare, una personalità eclettica, attore di tanti avvenimenti fuori dal comune. Lo abbiamo visto in differenti vesti, lui è quello che vuole attirare l’attenzione su di sé, che non fa mai niente per niente. Oggi ha chiesto addirittura ai suoi ‘seguaci’ di Twitter cosa dovrebbe farsene delle sue azioni.

Non ci credete? Eppure è così, Elon Musk ha deciso di domandare ai suoi follower se fosse stato il caso di vendere il 10% della sua quota in azienda. Il 58% degli utenti ha deciso di esprimersi a riguardo, nella votazione, e la maggioranza (costituita da ben 3.5 milioni di persone) si ritiene favorevole ad un’operazione di questo tipo.

Una quota che vale 21 miliardi di dollari circa, su una base di 170,5 milioni di azioni di Tesla possedute dallo stesso manager di Palo Alto. Elon Musk ha pubblicato in un tweet: “Ero pronto ad accettare entrambi i risultati”. E oggi iniziamo a vedere gli effetti della decisione presa, il titolo scivola del 7%. La domanda era stata posta in questo modo: “Il grosso delle mie plusvalenze virtuali sono una forma di elusione fiscale. Quindi vi propongo vendere il 10% delle mie azioni Tesla -0,60%. Che ne pensate?”, provocatoria, in perfetto stile per il personaggio.

Secondo la banca dati S&P Market Intelligence Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo secondo Forbes, possiede 244 milioni di azioni Tesla (il 23% del totale), per 300 miliardi di dollari di valore totale. Una parte sono stock option che possono essere o non essere esercitate al netto delle quali la quota diventa pari a 170 milioni di azioni, il 17% del totale (208 miliardi di dollari). Non sappiamo se il 10% è stato inteso dal manager al netto o no di queste stock option. In ogni caso si tratta di un pacchetto azionario che vale tra i 20 e i 30 miliardi di dollari.

L’iniziativa di Musk influenzerà il prezzo delle azioni, non sappiamo ancora in che misura, ma presto lo scoprire. In USA si parla di aumentare la tassazione sui miliardari. Il patrimonio personale di Elon Musk, negli ultimi 2 anni, è aumentato vertiginosamente, grazie alla crescita del titolo: +1700%.

In un altro tweet Elon Musk ha dichiarato di non percepire uno ‘stipendio’ da Tesla e che quindi, per guadagnare e pagare le tasse, può solo vendere le azioni in suo possesso. Scelta che potrebbe provocare delle perdite per gli azionisti della Casa. Che sia la solita voglia di scherzare del manager? Potrebbe essere, una delle sue battute, a cui siamo ormai abituati (è finito anche nei guai in passato per i suoi tweet). Ma visto che ha dichiarato che rispetterà l’esito della votazione, forse dovremmo veramente credergli.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Elon Musk vende le sue azioni Tesla