La nuova Smart si presenta: più spaziosa e con cambio rivisto

Presentate a Berlino la Smart ForTwo e For Four versione 2014

Il ritorno delle citycar per definizione: sono state presentate a Berlino le nuove versioni della Smart, sia ForTwo che ForFour. Per la più piccola si tratta della terza generazione dopo quelle del 1998 e del 2007 mentre per la seconda siamo al bis dopo il debutto del 2004.

Imparentate a livello di struttura con Renault Twingo ma pure con la Classe C Mercedes, entrambe mantengono nelle dimensioni e nell’utilizzo e gestione degli spazi alcuni dei loro punti di forza. La ForTwo è lunga 2,69 metri, larga 1,66 (dieci centimetri in più rispetto all’ultima versione) e alta 1.55, mentre la ForFour è più lunga di 80 centimetri. A livello di guidabilità, restano eccellenti i diametri di sterzata, appena 6.95 per la ForTwo e 8.65 per la ForFour.

Esteticamente la nuova Smart presenta delle linee decisamente più arrotondate rispetto al modello precedente, anche se l’impressione del "robusto" resta in prossimità delle ruote, poste sempre alle estremità. Non è un caso che l’escursione delle sospensioni sia aumentata e i pneumatici presentino fianchi più alti per aumentare il comfort di guida. Più squadrati, invece, i fari mentre è stata rinnovata anche la calandra a nido d’ape.

In generale, comunque, il nuovo telaio si distingue soprattutto per la struttura dell’asse anteriore, ridisegnato prendendo elementi dalla Classe C di Mercedes e con il ponte De Dion al retrotreno che è stato ottimizzato. Per la ForFour, più evidenti anche esternamente le similitudini con la Renault Twingo, con cui condivide pianale e meccanica.

Rivoluzionati anche gli interni, anch’essi ‘tondeggianti’ e più comodi grazie anche ai dieci centimentri in più di larghezza. I colori restano "giovani", la strumentazione è dietro il volante, ci sono quattro bocchette di areazione circolari e il grande pannello di controllo è rialzato, come da stile ‘tablet’ di casa Mercedes. Sempre massimizzate le misure del bagagliaio: per la ForTwo si va dai 260 a 350 litri contro i 220-340 litri del modello precedente mentre per la ForFour si spazia dai 185 al 975 litri.

A livello motoristico, due i propulsori immediatamente disponibili, entrambi benzina a tre cilindri: un aspirato di 999 cc con 71 Cv di potenza e un turbo 898 cc da a 90 Cv. Tra qualche mese dovrebbe comunque arrivare anche un altro motore a benzina da 60 Cv per i neopatentati. Restando all’aspetto motoristico, nuovi anche le due possiblità di ‘cambio con l’addio al vecchio e discusso cambio robotizzato e trasmissioni inedite: automatica doppia frizione twinamic a 6 rapporti e manuale a 5 marce, quest’ultima una novità assoluta per Smart.

Cinque gli allestimenti previsti per i nuovi modelli: youngster, sport edition #1, passion, prime e proxy con un’ampia gamma di equipaggiamenti di serie, dalle luci diurne a Led alla chiusura centralizzata con telecomando, dal Tempomat con limitatore della velocità alla strumentazione con display Lcd monocromatico, dal rivisitato computer di bordo agli alzacristalli elettrici anteriori.

Le nuove ForTwo e ForFour arriveranno nelle concessionarie a novembre, anche se già dal 31 luglio si potrà ordinare la ForTwo. I prezzi di partenza della ForTwo saranno sotto ai 12.000 euro e nel 2015 è prevista anche una versione da 11.000 euro. Per ForFour, il listino è virtualmente allineato a quello della sorella con "maggiorazione" di 650 euro rispetto alla due posti.

MOTORI La nuova Smart si presenta: più spaziosa e con cambio rivisto