DS 4: così si rinnova il crossover francese

Il brand parigino presenta il nuovo DS 4. Un po’ SUV coupé, un po’ berlina compatta, sarà lanciato a fine 2021

DS 4: nomen omen, DS Automobiles ha chiamato così il suo quarto modello della gamma. Dopo le DS 7 Crossback, DS 3 Crossback e DS 9, il marchio francese lancia una nuova vettura di segmento C-Premium. La DS 4 è un crossover e si declina in 3 versioni: DS 4, DS 4 Cross e DS 4 Performance Line. Arriverà nelle concessionarie nel quarto trimestre del 2021.

Al primo colpo d’occhio la DS 4 attira per il design audace, prerogativa della Casa parigina, in crescita nel mercato premium. Iniziamo dalle misure, generose: la nuova arrivata è larga 1,83 metri, lunga 4,40 metri ed è alta 1,47 metri. I cerchi sono disponibili fino a 20’’. DS Automobiles introduce con il crossover DS 4 una innovativa firma luminosa, sia davanti sia dietro, corredata dai tecnologici fari DS Matrix LED Vision. Delle alette, denominate DS Wings, collegano poi i fari alla griglia. Quest’ultima è composta da una struttura divisa in due parti con effetti 3D. Altri tratti salienti della DS 4 sono le maniglie delle portiere a scomparsa, il lunotto posteriore molto inclinato e il montante C contrassegnato da una punta nera lucida intarsiata con l’emblema di DS Automobiles. Per la carrozzeria ci sono 7 colori, di cui 3 inediti: oro rame, grigio laccato e rosso velluto.

A bordo la consolle è minimalista. I comandi DS Air rendono infatti le bocchette centrali di ventilazione invisibili, mentre i pulsanti degli alzacristalli sono allineati con le prese d’aria laterali e integrati nelle portiere. Vicino al cambio si trova il DS Smart Touch, composto da un touchscreen da 5’’. Dal punto di vista dei materiali, nell’abitacolo trovano posto pelle, Alcantara, carbonio e legno. I sedili sono ventilati e massaggianti e il volante è completamente rivestito in pelle. L’impianto sonoro Focal Electra da 690 Watt con 14 altoparlanti corona il benessere delle persone nell’abitacolo.

DS Automobiles ha di recente aggiornato i motori della DS 7 Crossback. Anche la nuova DS 4 è spinta da un propulsore di ultima generazione. Si tratta di un ibrido plug-in da 225 CV complessivi, in grado di macinare oltre 50 km a zero emissioni. L’inedita piattaforma EMP2 permette di alloggiare l’unità motrice, garantendo una capacità di carico di 430 litri. La trasmissione è automatica EAT8. In gamma ci saranno comunque anche le versioni benzina PureTech da 130, 180 e 225 cavalli e BlueHDi Diesel da 130 cavalli.

Il design audace del nuovo crossover francese firmato DS Automobiles

Per quanto riguarda la sicurezza alla guida della DS 4, si può contare sul DS Extended Head up display: attraverso un effetto ottico, il guidatore può leggere a 4 metri davanti al parabrezza tutte le informazioni essenziali del veicolo. Sempre senza staccare le mani dal volante, si può dare ordini alla vettura mediante il DS Iris System, che riconosce i comandi vocali. La guida semi-autonoma di livello 2, il più alto permesso ora sulle nostre strade, porta in dote il DS Drive Assist 2.0, che con radar, sensori e telecamera analizza, in tempo reale, i dati raccolti.

L’assetto è stato perfezionato con le sospensioni controllate DS Active Scan Suspension: grazie a 4 sensori e 3 accelerometri, il sistema agisce su ogni ruota in modo indipendente. In base alle informazioni, la sospensione è resa più rigida o più flessibile. Altra tecnologia in funzione sulla nuova DS 4 (di cui si è svelato i nome lo scorso anno) mentre siamo alla guida è il dispositivo DS Night Vision, che permette una visibilità ottimale della strada e dei suoi pericoli fino a 200 metri di notte e in condizioni di scarsa illuminazione. Come detto, per toccarla con mano bisognerà attendere il quarto trimestre dell’anno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI DS 4: così si rinnova il crossover francese