Decreto Sostegni Bis: in arrivo nuovi incentivi auto

Ecoincentivi auto, una nuova mossa da parte del Governo: potrebbero arrivare altri 300 milioni di euro

Nel primo pacchetto di emendamenti che sono stati riformulati al decreto Sostegni Bis, che dovranno essere votati da parte della commissione Bilancio alla Camera, si parla di altri 300 milioni di euro in arrivo per gli incentivi auto.

Bonus che potranno essere prorogati fino alla fine del 2021, si parla di un nuovo rifinanziamento suddiviso in 50 milioni per le auto ibride e elettriche, 200 milioni per veicoli Euro 6 benzina o diesel e infine altri 50 milioni per i veicoli commerciali.

Il rifinanziamento dei contributi per l’acquisto di auto a basse emissioni è necessario ed è stato più volte richiesto a gran voce, visto che buona parte dei fondi che erano già stati stanziati sono stati erogati nei primi mesi dell’anno. Il primo pacchetto di emendamenti al decreto Sostegni Bis è attesto al voto in commissione Bilancio alla Camera proprio a partire da oggi 6 luglio nella nuova elaborazione.

Entro il 25 luglio entrerà in vigore il nuovo decreto, e così i nuovi fondi previsti per gli ecoincentivi all’acquisto di auto meno inquinanti, grazie anche alla rottamazione dei vecchi veicoli, dovrebbe essere suddiviso esattamente in questo modo:

  • Extrabonus di 50 milioni di euro per tutte le vetture da 0 a 60 g/km di emissioni, le meno inquinanti (elettriche e ibride) sia con che senza rottamazione;
  • 100 milioni di euro per le nuove auto che emettono dai 61 ai 135 g/km, con la rottamazione di un’auto di almeno 10 anni;
  • altri 100 milioni invece per tutte le vetture usate di ultima generazione, che rientrano nella fascia di emissioni 0-160 g/km e di categoria Euro 6.

Quanto potrà beneficiare un italiano grazie ai nuovi bonus auto? Per chi compra una vettura con emissioni:

  • da 0 a 20 g/km e rottama un veicolo della stessa categoria e immatricolato prima dell’1 gennaio 2011 sono previsti 8.000 euro più 2.000 del rivenditore;
  • da 0 a 20 g/km senza rottamazione invece 5.000 euro più 1.000 del rivenditore;
  • da 21 a 60 g/km con rottamazione 4.500 euro più 2.000 del rivenditore;
  • da 21 a 60 g/km senza rottamazione 2.500 euro più 1.000 del rivenditore;
  • da 61 a 135 g/km con rottamazione 1.500 euro più 2.000 del rivenditore;
  • da 0 a 60 g/km per l’acquisto di auto usate con rottamazione 4.500 euro;
  • da 61 a 90 g/km per l’acquisto di auto usate con rottamazione 3.000 euro;
  • 91-160 g/km per l’acquisto di auto usate con rottamazione 2.500 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Decreto Sostegni Bis: in arrivo nuovi incentivi auto