Dacia Duster GPL mette il turbo e non tradisce: la prova su strada

Abbiamo avuto in prova per Virgilio Motori una delle Duster più richieste sul mercato.

Dacia Duster è tra le auto più apprezzate da pubblico italiano: tanto è vero che i volumi di vendite del Suv compatto sono sempre elevati nel nostro paese.

Abbiamo avuto in prova per Virgilio Motori una delle Duster più richieste sul mercato: il Duster con alimentazione GPL sul nuovo motore Turbo benzina da 100cv che sostituisce il precedente 1.6 aspirato da 115.

LE DIMENSIONI

Dacia Duster GPL è lungo 4.341 mm per 1.804 mm di larghezza con un passo di 2,67 metri. Ottima la capacità del bagagliaio: 445 litri sono più che adeguati per un’auto di queste dimensioni, l’impianto Gpl è montato nel vano della ruota di scorta, elemento quindi non presente nella vettura.

COME VA

Anzitutto il Duster monta un cambio manuale fluido e preciso a 5 rapporti.

Non solo il nuovo motore è adeguato per il questo Suv ma anche a livello di prestazioni non tradisce. Con una potenza di 100cv (74 kW) e una coppia di 170 Nm (+10 Nm vs 1.0 TCe 100), il TCe 100 ECO-G introduce miglioramenti significativi a livello di consumi e performance vantando un miglior rendimento energetico e una maggiore reattività, grazie al turbo, rispetto al motore SCe GPL.

Questo garantisce un piacere di guida ottimale grazie alla coppia superiore, che si manifesta per un range di giri maggiore e fin dai bassi regimi per riprese più toniche.

MOTORE

Il motore a 3 cilindri turbo benzina fa tesoro delle ultime novità tecnologiche sviluppate dall’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. L’integrazione del GPL viene effettuata direttamente in fabbrica (il sistema è il Landi Renzo) e per il cliente significa un unico interlocutore per la garanzia e la manutenzione del veicolo in rete con tecnici preparati su questa tecnologia.

CONSUMI ED EMISSIONI

Sorprendente è l’ottimizzazione dei consumi rispetto al motore 1.5 precedente, il 20% in meno. In più garantisce un’autonomia ancora maggiore in termini di percorrenza chilometrica.

La capacità massima di riempimento del serbatoio Gpl rimane di 33,6 litri, ma rispetto al vecchio motore SCe, la percorrenza aumenta di oltre cento chilometri, per arrivare a ben 487.

Anche la capienza del serbatoio benzina resta la stessa, ma con gli stessi 50 litri i chilometri in più diventano oltre 170, per un totale di 909 chilometri con un pieno di benzina. La capacità complessiva dei serbatoi benzina e Gpl è dunque di 83,6 litri, che con il pieno di carburante consente di percorrere fino a 1400 chilometri, ben 275 in più rispetto al vecchio SCe 1.6 GPL!

I DIFETTI

Dal punto di vista dell’interfaccia manca l’integrazione del sistema GPL con la strumentazione, quindi bisogna accontentarsi del vecchio commutatore , quello che ci permette di passare da benzina a Gpl, quindi bisogna farci un po’ la mano per capire l’autonomia residua.

Altro elemento che non ci è piaciuto tantissimo sono le plastiche un po’ dure degli interni e poi manca il sistema di anti-collisione frenata automatica di emergenza, ormai presente di serie su molte concorrenti.

PREZZI VANTAGGIOSI

I prezzi del Duster sono davvero vantaggiosi. Il prezzo di partenza di Nuovo Duster TCe 100 ECO-G è di € 14.150 sul livello ESSENTIAL. La motorizzazione TCE 100 ECO-G è disponibile su tutti i livelli escluso Access. Per ogni livello (ESSENTIAL, COMFORT, PRESTIGE, 15th ANNIVERASRY) il prezzo del GPL è di soli € 350 in più rispetto al 1.0 TCe 100.

SOSTITUZIONE BOMBOLE GPL OGNI 10 ANNI

Infine è importante ricordare che la legge italiana non prevede una revisione delle bombole GPL installate nell’impianto ma ne prescrive semplicemente la sostituzione ogni 10 anni. Il costo della sostituzione delle bombole varia dai 300 ai 500 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Dacia Duster GPL mette il turbo e non tradisce: la prova su strada