Cosa sappiamo del nuovo Suv compatto Honda Passport

Presentato al Salone di Los Angeles tra pochi giorni, torna un nome che ha segnato la storia della Casa

Pronto a debuttare sul mercato nord americano, il nuovo Honda Passport, inedito suv della Casa, sarà presentato negli Stati Uniti.

Torna una denominazione che ha fatto la storia, la vettura sarà presentata al Salone di Los Angeles dal 30 novembre al 10 dicembre. Come abbiam detto, il nome non sarà una novità, infatti i vertici della filiale statunitense del Gruppo giapponese riprendono quello che veniva usato per l’auto prodotta dal 1993 al 2002, una versione rivisitata dell’Isuzu Rodeo, modello con cui Honda entrò ufficialmente nel mercato dei suv, che ai tempi era ancora agli inizi.

Non si poteva decidere altra denominazione, se non Passport, così simbolica e centrale per il riposizionamento di questa tipologia di macchina da parte della Casa; tra l’altro il settore dei suv e dei crossover per Honda, soprattutto negli USA, ha una grossa incidenza, superiore al 50% delle vendite totali. Honda Passport fu il primo di un comparto che continua oggi ad avere grande successo e così dal primo gennaio del 2019, quando verrà lanciato in America, l’intera gamma tornerà a stupire.

Visto il segmento a cui appartiene, entra sul mercato per sfidare i maggiori competitor, che al momento sono Kia Sorento, Jeep Grand Cherokee e Hyundai Santa Fe. Oggi la Casa ha presentato il primo teaser, una proposta di fascia media, più o meno la stessa della sua antenata, nel settore Sport Utility Vehicle, che vede Honda già sul mercato con il compact suv BR-V prodotto per l’Asia e anche il Pilot, l’HR-V e il CR-V.

Ad oggi l’anteprima riesce a farci intendere solo alcuni tratti dell’impostazione esterna, il corpo vettura è appena percettibile grazie ad un’inquadratura dall’alto e di tre quarti del posteriore. La nuova Honda Passport 2019 sembra avere il tetto apribile e la finestratura laterale che prende spunto dal Pilot. In generale l’estetica è dinamica, nonostante si ispiri all’impostazione tipica dei suv all’americana, molto massiccia.

Maggiore spazio in altezza nell’abitacolo, grazie ad una sorta di scalino che è stato introdotto nella parte posteriore del tetto; in questo modo l’auto aumenta la sua abitabilità in senso verticale, per i passeggeri che vanno ad occupare le sedute posteriori. Probabilmente il nuovo suv avrà tre file di sedili, visto che la domanda di questa tipologia di veicoli, dotati di ampio spazio nell’abitacolo, è in costante e continua crescita.

Nei prossimi giorni vedremo sicuramente svelati altri dettagli e le caratteristiche tecniche della Honda Passport, realizzata grazie alla ricerca e sviluppo dell’R&D Center Honda USA. ll suv verrà lanciato a breve al Salone di Los Angelese e potrebbe anche essere esportato al di fuori dei confini dell’America del Nord.

MOTORI Cosa sappiamo del nuovo Suv compatto Honda Passport