Cosa sappiamo del muletto Volkswagen T7, l’ultimo dei Transporter

La nuova generazione del Volkswagen Caravelle T7 potrebbe debuttare nel 2020, completamente aggiornata

Volkswagen lancerà sul mercato il nuovo muletto Volkswagen T7, al momento sappiamo ancora poco del veicolo.

Potrebbe debuttare nel 2020 ed oggi ne conosciamo ancora pochi dettagli; sappiamo che verrà utilizzata la carrozzeria della versione attuale del T6. La caratteristica principale che si differenzia da quello che già conosciamo sta nel frontale, completamente rinnovato e senza protezioni. Nel paraurti anteriore è stata inserita una griglia centrale più ampia, che visivamente sembra collegare quelle già presenti superiore e inferiore. All’interno, nella parte centrale del cruscotto, si vede la palpebra che potrebbe essere segno della presenza di un Infotainment dedicato, ma per il momento ancora nessuna certezza. Quello immortalato dalle foto potrebbe anche essere una parte di alcuni dispositivi installati per il collaudo.

Secondo quanto trapelato dai rumors, senza considerare quello che è apparso dai prototipi, il nuovo T7 dovrebbe essere un mezzo al passo coi tempi, completamente rinnovato e moderno. Il muletto Volkswagen sfrutterà una piattaforma modulare e integrerà tutte le novità fondamentali per le nuove omologazioni in termini di sicurezza e powertrain. Potremmo anche vedere, in futuro, con l’avvento dell’elettrificazione, varianti commerciali a zero emissioni vendute sul mercato.

Il celebre e storico Volkswagen T7, famoso evergreen dagli inizi degli anni Cinquanta, è presente in tutto il mondo. Il Transporter è conosciuto nella versione T6 che presto potrebbe quindi essere sostituita dalla suddetta nuova variante T7. Il debutto ufficiale potrebbe avvenire nel 2020, come già detto. Oggi sul web si vedono circolare le prime immagini scattate durante la fase dei test stradali. Muletti che mixano la nuova struttura con le nuove tecnologie e la vecchia estetica, nemmeno così anziana, considerando che è stata aggiornata nel 2014.

Il rinnovo non sarà di certo soft, anzi. Ci si aspetta un forte passo in avanti con il pianale MQB, che sarà più rigido e leggero. Inoltre, il nuovo Volkswagen T7 sarà disponibile in varie lunghezze e con le differenti tipologie di trazione, anteriore o integrale, a scelta. Sul fronte dei motori, pare vi possano essere differenti versioni in grado di accontentare davvero qualunque esigenza e gusto, dai classici endotermici, che non possono mancare, agli ibridi e anche un puro elettrico.

nuovo volkswagen t7

MOTORI Cosa sappiamo del muletto Volkswagen T7, l’ultimo dei Trans...