Come pulire tutte le parti dell’auto nel modo giusto

Scopri come pulire tutte le parti dell'auto e quali prodotti usare

Pulire l’auto bene e spesso è sicuramente il modo migliore per preservare il proprio veicolo nel tempo. Rimuovere lo sporco, infatti, non è solo una questione estetica ma ci permette di mantenere intatti i materiali che compongono la nostra auto, facendola durare più a lungo.

Pulizia dell’abitacolo

È consigliabile dedicarsi ad una pulizia approfondita degli interni della propria auto almeno una volta al mese. È possibile farlo in pochi minuti, per prima cosa eliminando tutto ciò che non ci serve più. Spessissimo infatti ci ritroviamo in macchina oggetti che col tempo si accumulano, come:

  • vecchi scontrini;
  • biglietti di parcheggio;
  • cartacce;
  • oggetti inutili;
  • confezioni vuote/rifiuti, ecc.

Eliminare quindi tutti questi oggetti sia dall’abitacolo vero e proprio che dai vani-portaoggetti e dal cruscotto, ci permetterà di liberare un po’ di spazio e avere già una prima pulizia degli interni del proprio veicolo.

Fatto ciò si procederà rimuovendo i tappetini e gli eventuali copri-sedili e, dopo averli sbattuti con un battipanni o una scopa per rimuovere lo sporco superficiale, si completerà la loro pulizia con l’aiuto di un’aspirapolvere. L’aspirapolvere sarà utile anche per aspirare tutto lo sporco rimasto nell’abitacolo e soprattutto quello accumulatosi sotto i tappetini.

Per pulire i punti più difficili, che nemmeno l’aspirapolvere riesce a raggiungere, è possibile utilizzare una spazzola a setole dure.

Per quanto riguarda, invece, la pulizia del cruscotto i migliori prodotti da utilizzare sono un panno antistatico e un lucidante spray, da spruzzare direttamente sulla superficie. Questi due prodotti, acquistabili ovunque, consentiranno di ottenere un cruscotto perfettamente pulito, brillante e soprattutto privo di polvere.

La pulizia dei sedili

Il metodo migliore per il lavaggio dei sedili dipende principalmente dal materiale di cui sono costituiti. In ogni caso, sia per i sedili in tessuto che per quelli in pelle è bene rimuovere lo sporco superficiale con la bocchetta dell’aspirapolvere e passare poi al lavaggio vero e proprio.

  • per i sedili in tessuto è possibile utilizzare prodotti casalinghi acquistabili in qualsiasi negozio. Gli sgrassatori universali, ad esempio, sono un prodotto perfetto per eliminare le macchie dai propri sedili. L’importante è non strofinare mai con troppa forza, per non rischiare di rovinare il tessuto.
  • per quanto riguarda invece i sedili in pelle bisogna prestare un po’ più di attenzione, in quanto sono più delicati ed è molto facile rovinarli. Evitare le spazzole che possono facilmente graffiare la pelle dei sedili e preferire invece un panno in microfibra inumidito di detergenti specifici per sedili in pelle.

Come pulire i vetri dell’auto

Pulire i vetri della propria auto è una procedura molto semplice ed economica che, oltre a rendere la nostra vettura più gradevole esteticamente, ci permette di viaggiare anche con maggiore sicurezza. Un vetro sporco e opacizzato, infatti, compromette la visibilità e in questo modo anche la nostra sicurezza. Per questa ragione è necessario pulire i propri vetri periodicamente e con i prodotti giusti.

Munirsi di panni specifici per vetri e cristalli. I panni specifici, infatti, diversamente da quelli tradizionali non rilasceranno peli o fili sull’oggetto lavato né provocheranno graffi, questo perché costituiti da materiali molto delicati.

In caso non fosse possibile reperire questi strumenti un’alternativa possono essere dei vecchi giornali, questi infatti sono straordinariamente efficaci ed economici.

Oltre a questi strumenti occorrerà anche munirsi di un detergente adatto. Evitare quelli contenenti ammoniaca che, oltre ad essere tossici per l’uomo, potrebbero causare danni anche alle superfici dell’auto.

Preso il materiale, si potrà passare alla pulizia. Basterà spruzzare un po’ di detergente sulla superficie interessata e successivamente strofinare con cura.

Pulizia degli esterni

Per pulire l’esterno della propria auto sarà necessario avere a disposizione abbastanza spazio per il lavaggio, preferibilmente all’ombra. Lavare l’auto all’ombra, infatti, impedisce al sapone di asciugarsi subito e di provocare così aloni o macchie.

Iniziare preparando tutto l’occorrente:

  • due secchi, il primo riempito di acqua e sapone/shampoo e il secondo da utilizzare per il risciacquo;
  • shampoo e sgrassatore per auto;
  • un panno o una spugna da utilizzare nella fase di lavaggio
  • un panno in pelle sintetica, un guanto in microfibra o altro che possa essere utile nella fase di asciugatura.

Preparato l’occorrente la prima fase per una completa pulizia degli esterni è il prelavaggio. Utilizzare lo sgrassatore, partendo dalla parte bassa dell’auto e procedere poi verso l’alto. Attendere che lo sgrassatore agisca completamente sullo sporco e successivamente risciacquare il veicolo.

Completata la prima fase di prelavaggio si passerà al lavaggio vero e proprio. Per questa fase saranno necessari entrambi i secchi, uno verrà utilizzato per insaponare e uno per risciacquare il panno o la spugna utilizzata. Il primo secchio verrà quindi riempito di acqua e shampoo per auto per creare schiuma e avere una completa igienizzazione della carrozzeria. Immergendo quindi il panno o la spugna in questo secchio si potrà passare alla pulizia del veicolo, ripetendo questa operazione fino a completa pulitura della carrozzeria. Naturalmente bisognerà avere cura di risciacquare spesso il panno utilizzato nel secondo secchio. Al termine di questa seconda fase si potrà risciacquare completamente l’auto, ripulendola così dalla schiuma.

La fase finale poi è quella di asciugatura, in cui con un panno di pelle sintetica si asciugherà completamente l’auto e, fatto ciò, con un panno in microfibra si rimuoveranno i possibili residui rimasti sulla carrozzeria.

Lavaggio a secco dell’auto

Una pratica molto diffusa negli ultimi anni è quella del cosiddetto lavaggio a secco, cioè senza utilizzo dell’acqua.

Il lavaggio a secco utilizza naturalmente prodotti specifici che non necessitano di alcun risciacquo, dopo averli applicati sulla superficie dell’auto. Questi prodotti sono molto particolari, inoltre, perché si asciugano molto rapidamente e soprattutto non lasciano alcun alone. Sono poi molto sicuri per la nostra auto perché estremamente delicati su qualsiasi superficie, sia essa metallica o di materiale plastico. In aggiunta, grazie alle cere che contengono, permettono di ottenere un risultato estremamente lucido e protettivo.

Selezionati quindi i prodotti più adatti al proprio scopo, sarà sufficiente spruzzare il prodotto sulla parte della carrozzeria da lavare e utilizzare un panno in microfibra per rimuovere lo sporco. Questa operazione potrà essere ripetuta fino al risultato desiderato, facendo sempre attenzione a non applicare troppa pressione sulla carrozzeria e orientare il passaggio del panno sempre nella stessa direzione.

Il lavaggio a secco, oltre ad essere una pratica molto comoda e veloce, ci permette anche di risparmiare molta acqua e avere un impatto ambientale minore. Un motivo sicuramente valido per utilizzare ogni tanto questo nuovo trattamento e magari sostituire col tempo il lavaggio tradizionale. Per di più il lavaggio a secco ha il vantaggio di poter essere effettuato ovunque, in quanto non necessità di spazio o di fonti d’acqua nelle vicinanze.

Pulire i cerchi in lega

È importante pulire regolarmente i propri cerchi in lega per prevenire corrosione o altri problemi che potrebbero compromettere la loro integrità. Questa è un’operazione estremamente semplice e non occorre alcuno strumento particolare, ma bisogna prestare attenzione ed evitare errori comuni e pericolosi.

Il primo passo prevede un risciacquo preliminare della ruota, assicurandosi che l’acqua entri in contatto con ogni sua parte. Utilizzare poi un detergente per eliminare lo sporco e la polvere che normalmente si depositano sui cerchi. È preferibile selezionare un prodotto pensato appositamente per i cerchi in lega, un prodotto comune potrebbe invece rischiare di danneggiare i cerchi.

In caso vi fossero anche altre macchie o grasso più resistenti si potrà passare ad un detergente schiumogeno, che scioglierà in breve tempo grasso e sporco più ostinato. Nel fare ciò indossare guanti e protezioni per gli occhi, oltre a posizionarsi in una zona ben ventilata. Queste soluzioni, infatti, sono di norma chimiche e piuttosto aggressive.

La fase finale prevede un risciacquo completo delle ruote e infine l’asciugatura mediante un panno in microfibra, per assorbire tutta l’acqua rimasta sulla superficie.

Ci sono però delle cose da evitare assolutamente durante la pulizia dei propri cerchi in lega:

  • Evitare di usare sgrassatori non idonei e troppo aggressivi;
  • Evitare di lavare i cerchi in lega quando sono caldi o al sole, poiché il detergente asciugandosi formerebbe aloni e/o macchie antiestetiche;
  • Evitare di strofinare troppo energicamente lo sporco prima di averlo ammorbidito con acqua, un comportamento del genere provocherebbe graffi e comprometterebbe irrimediabilmente i cerchioni.

In conclusione

Pulire la propria auto periodicamente aiuta senza dubbio a conservare la carrozzeria e gli interni nel tempo. Inoltre, una macchina lucente e profumata è sicuramente più piacevole anche da guidare e, visto il tempo che ormai gran parte di noi passa in auto, è opportuno fare un piccolo sforzo ogni tanto per una pulizia completa.

Per effettuare una pulizia adeguata, però, vanno seguite le tecniche adatte e utilizzati i prodotti specifici indicati. Ma alla fine il risultato varrà sicuramente il tempo speso!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come pulire tutte le parti dell’auto nel modo giusto