La citycar si trasforma: diventa un crossover elettrico

Da citycar a crossover 100% elettrico: la svolta storica della mitica Hyundai i10

Novità in arrivo per la Hyundai i10, una delle ultime citycar rimaste nei listini delle varie Case automobilistiche internazionali che da anni stanno ormai abbandonando il segmento delle compatte, orientandosi sempre più verso le varie declinazioni dei SUV.

La citycar dell’azienda sudcoreana potrebbe trasformarsi, diventando un crossover elettrico. Il modello dovrebbe seguire il trend degli ultimi anni. La nuova generazione, rigorosamente elettrica al 100%, verrà sdoppiata: una variante manterrà le stesse dimensioni e proporzioni del modello attuale, mentre l’altra versione abbraccerà un nuovo stile, diventando un piccolo crossover.

Hyundai i10 diventa un crossover elettrico

La grande trasformazione della Hyundai i10 è prevista per il 2024: verrà equipaggiata con un nuovo gruppo motopropulsore firmato dall’azienda statunitense BorgWarner. Il propulsore dovrebbe essere caratterizzato da una potenza massima di 135 kW e adatto a diverse tipologie di vetture, una qualità essenziale vista la volontà di Hyundai di realizzare due auto sotto la stessa sigla ma con dimensioni differenti.

In vista di una svolta di tale portata per il brand sudcoreano che ha da poco svelato in anteprima la Ioniq 6 con  autonomia da record, la domanda sorge spontanea: quale sarà il target di prezzo della nuova i10 crossover? La risposta arriva da parte di Andreas-Christoph Hofmann, il vice presidente marketing di Hyundai Europe.

Parlando della nuova i10, Hofmann si è espresso in questi termini: “Tutti sanno che il target per questo tipo di veicoli è di 20.000 euro” ha dichiarato il dirigente della Casa asiatica in un’intervista rilasciata ad Automotive News.  Il prezzo di 20.000 euro sarebbe leggermente superiore rispetto al target delle citycar disponibili sul mercato: l’aumento, però, sarebbe controbilanciato dai minori costi di gestione del modello.

I modelli della futura generazione della i10 potrebbero anche cambiare sigla, assumendo i nomi di Ioniq 1 o Ioniq 2. Le dimensioni sono destinate ad aumentare: oltre al crossover, anche la citycar potrebbe avere una lunghezza superiore rispetto ai 3,67 metri della generazione  attualmente presente nel listino Hyundai.

I 20.000 euro indicati dal vice presidente marketing di Hyundai Europe Andreas-Christoph Hofmann sono in linea con i futuri modelli nei piani del Gruppo Volkswagen, come la serie ID.Life che al pari della i10 verrà sdoppiata e offerta sia nella versione normale che in veste di crossover. Lo stesso discorso vale anche per le controparti del colosso tedesco firmate Skoda e Seat.

Quarta generazione di Hyundai i10: la trasformazione

Nel corso degli ultimi quindici anni, la i10 si è ritagliata uno spazio importante all’interno della strategia di Hyundai, guadagnandosi una fetta di mercato non indifferente. La prima generazione venne lanciata nel 2007: fu il secondo modello della gamma Hyundai ad adottare la nuova nomenclatura introdotta con la i30.

Realizzata per sostituire la Atos, la prima i10 mantenne lo schema di piccola monovolume. A tre anni dal lancio, nel 2010 venne introdotto un restyling con modifiche al frontale. Nel 2013, invece, la Casa sudcoreana presentò la seconda generazione in occasione del Salone dell’Automobile di Francoforte.

Rispetto alla prima versione, la seconda i10, oltre a novità di carattere estetico, presentava misure aumentate sia in termini di lunghezza che di altezza. La terza generazione, invece, è datata 2019 e rispetto ai modelli precedenti è disponibile solo con carrozzeria a cinque porte.