Che tasse paghiamo sulla benzina?

Forse non tutti conoscono precisamente quali sono le tasse sulla benzina che ne aumentano il costo

Quali sono le tasse sulla benzina? Tutti sentiamo parlare di accise, un termine generico che indica le imposte da pagare su qualsiasi bene di consumo. Ma quelle sulla benzina, e sul gasolio, GPL e gasolio per il riscaldamento, come vengono motivate dallo stato? Nel corso dei mesi si sentono sempre più spesso notizie che riguardano il prezzo del petrolio, che fluttua regolarmente, raggiungendo a volte anche picchi particolarmente bassi o alti. Ogni volta che il petrolio aumenta o diminuisce di prezzo si ha una variazione sul prezzo del carburante, che però è minima o irrisoria.

Questo è dovuto al fatto che per ogni litro di carburante che si acquista si paga solo una minima parte collegata al costo industriale dei vari combustibili, in genere intorno ai 50-60 centesimi di euro. Il resto del costo al litro è legato alle varie tasse che gravano sui combustibili. In sostanza, ogni volta che acquistiamo un singolo litro di carburante siamo obbligati a pagare una forte dose di tasse, di origine diversa. Il 21% del prezzo finale è infatti necessaria per coprire l’IVA, come avviene per qualsiasi bene commercializzato in Italia.

E il resto? Le restanti cifre coprono diverse tipologie di tasse, tra cui anche le famose accise, ovvero una quota dovuta allo stato come imposta sui consumi. Questa tassa viene calcolata per ogni litro di carburante e non in percentuale sulla cifra totale da pagare. Alcune tasse sono state introdotte per coprire i finanziamenti spesi in particolari situazioni, come ad esempio la Missione in Bosnia del 1996 o il Terremoto nel Belice del 1968. La copertura di queste emergenze raggiunge gli 0,26 centesimi per litro di carburante. Alcune di queste accise forse sarebbero da rivedere, visto che stiamo parlando anche di 0,001 euro per la Guerra in Abissinia del 1935.

Oltre a queste tasse, per ogni litro di benzina senza piombo si pagano 0,7 euro come imposta sui consumi, cifra che cala per ogni litro di GPL o di Gasolio acquistati. Si devono poi aggiungere in alcune regioni particolari accise inserite come addizionali regionali. Periodicamente lo Stato Italiano pratica piccoli aggiustamenti sulle accise, per finanziare decreti legislativi di diverse tipologie. La diminuzione del prezzo del petrolio quindi può incidere solo sulla quota che riguarda il costo industriale dei carburanti e non sul prezzo al litro.

MOTORI Che tasse paghiamo sulla benzina?