BMW Serie 2 Coupé, linee grintose e anima sportiva. Foto

La tecnologia TwinPower Turbo sale in cattedra nei motori del nuovo numero bavarese

Cercate sportività sia nella forma che nella sostanza? La BMW Serie 2 Coupé, erede diretta della precedente Serie 1, è ciò che fa per voi. Il lancio è fissato per marzo 2014, data in cui sarà disponibile anche la M235i Coupé.

Più lunga di 110 mm la Serie 2 ha il tetto che spiove verso il grande lunotto e si raccorda con la zona del “baule”, dettaglio che ne denota lo stile caratteristico della coda, essendo più lunga e più larga propone anche un passo maggiorato di 30 mm, dato che le ha permesso di aumentare lo spazio per la testa dei passeggeri anteriori e per le gambe di quelli posteriori. Inoltre è stata umentata la volumetria del bagagliaio giunta a 390 litri ed è stata ottimizzata anche l’aereodinamica con il Cx è stato ridotto a 0,29.

La tecnologia TwinPower Turbo domina i motori di questa Bmw e già dal 220i Coupé sfrutta il 4 cilindri benzina di 2 litri da 184 CV, che le consente di accelerare da 0 a 100 km/h in 7,0 secondi e ad avere un consumo pari a 5,7 l/100 km; la BMW M235i Coupé è un 6 cilindri in linea di 3 litri che esprime 326 CV ed una velocità massima di 250 km/h.

La BMW 218d, la 220d e la 225D Coupé sono, invece, l’offerta a gasolio e tutte hanno un motore 4 cilindri di 2 litri, le prime due con un consumo combinato più basso pari a 4,2 l/100 km, mentre la terza, la più potente, ha un consumo di 4,7 l/100 km.

La funzione start/stop, data dalla tecnologia BMW EfficientDynamics, è presente sia con il cambio manuale che con l’automatico a 8 marce, mentre la modalità di guida Eco Pro con funzione “sailing” è invece disponibile solo con l’automatico. Avantreno a doppio snodo e un retrotreno a cinque bracci con servosterzo elettromeccanico di serie sono la base dell’assetto della Serie 2, che di serie ha anche la regolazione della stabilità di guida DSC con DTC.

Poche le differenze infine per gli interni tra la nuova e la precedente versione. C’è l’ormai nota plancia rivolta verso il guidatore e fra i vari dispositivi di assistenza alla guida ci sono l’High Beam Assistant, l’Adaptive Light Control e il Park Assistant, ad esempio. Non mancano neppure il cruise control adattivo, l’integrazione con smartphone, le informazioni in tempo reale sul traffico e la possibilità di ampliare i servizi online e social come Facebook e Twitter.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI BMW Serie 2 Coupé, linee grintose e anima sportiva. Foto