Bentley sfida la pandemia e la crisi: un 2020 da record

Bentley Motors ha annunciato un fatturato totale di 11.206 nel 2020, con un aumento del 2% rispetto al 2019

Nonostante la crisi globale causata dal Coronavirus, dal conseguente lockdown e dalla chiusura di tutte le attività, Bentley ha visto numeri da record nel 2020. Sebbene le previsioni di vendita pre-Covid fossero maggiori, l’introduzione di nuovi modelli ha consentito di raggiungere comunque un risultato significativo in questi 101 anni di vita del marchio.

La produzione di Bentley è stata interrotta per sette settimane a partire da marzo e in seguito ridotta al 50% per altre nove settimane, quando sono state introdotte le nuove misure di distanziamento sociale per il contenimento dei contagi. Una conseguente riprogettazione completa dell’impianto di produzione ha permesso alla Casa di soddisfare la domanda globale mantenendo comunque attivi i protocolli anti-Covid.

L’America è rimasta la regione numero uno di Bentley, ottima però anche la performance in Cina, con un aumento del 48%. Adrian Hallmark, Presidente e CEO di Bentley Motors, ha commentato i risultati delle vendite globali dichiarando: “Anche se prevedevamo maggiori vendite prima che la pandemia ci colpisse, se si considera il livello di restrizioni in tutto il mondo per la maggior parte dell’anno, il raggiungimento di vendite da record è una forte dimostrazione del nostro potenziale. Guardando al 2021, rimaniamo cautamente ottimisti, poiché molto è ancora incerto. Il nostro impegno per il progresso continua, il primo passo è il lancio di Bentayga Hybrid. È uno dei nove nuovi modelli che lanceremo quest’anno, mentre continuiamo il nostro percorso strategico Beyond100 e il nostro viaggio accelerato per diventare un’azienda automobilistica completamente elettrificata entro il 2030”.

La chiave del continuo successo dell’azienda è stata l’introduzione di una serie di nuovi entusiasmanti modelli, combinati con una maggiore disponibilità globale di altre vetture popolari. In particolare, il nuovissimo Flying Spur è stato lanciato a livello internazionale e ha ricevuto un’accoglienza ottima da parte dei clienti e dei media.

Record di vendite nel 2020 per Bentley

Bentley, record di vendite nel 2020 nonostante la pandemia e la crisi globale – Fonte: Ufficio Stampa Bentley

La Bentley Continental GT (vedi listino prezzi), con il 24%, e la GT Convertible, con il 15%, insieme hanno rappresentato il 39% delle vendite totali, sono stati insieme i modelli più venduti del brand. Tuttavia, nonostante la mancanza di disponibilità del modello di generazione precedente e i ritardi nell’ingresso sul mercato della nuovissima Bentayga a causa della pandemia Covid-19, il SUV pionieristico è rimasto ancora il modello singolo più venduto, rappresentando il 37% delle vendite totali.

In America sono state consegnate 3.035 auto Bentley, con un aumento del 4% rispetto al 2019. La crescita più grande del brand riguarda la Cina, con un aumento delle vendite del 48%, con 2.880 auto vendute, contro le 1.940 del 2019. L’Europa ha chiuso l’anno con la consegna di 2.193 vetture, contro le 2.670 del 2019, un calo del 18%. Il mercato nel Regno Unito ha continuato la sua performance forte e costante. Bentley ha consegnato 735 vetture in Medio Oriente nel 2020, contro un totale di 852 dell’anno precedente. Infine, la regione Asia-Pacifico ha registrato un aumento del 6% rispetto al 2019.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Bentley sfida la pandemia e la crisi: un 2020 da record