Bentley Bentayga, prima sportiva, poi ibrida

La versione sportiva Bentayga V8 fa da apripista al modello ibrido atteso per il Salone di Ginevra

Quello che per molti è lo standard di riferimento per i SUV di lusso, Bentley Bentayga, è oggi disponibile nella sua versione più sportiva, il Bentayga V8, in attesa di ammirarne la versione ibrida plug-in al prossimo Salone di Ginevra. Ma andiamo per gradi.

Bentayga V8 cela sotto il suo cofano un motore a benzina V8 biturbo da 4 litri, che coniuga potenza ed efficienza nella gestione del carburante. Il carattere sportivo del modello ben si evidenzia dall’aggiunta del caratteristico borbottio di un V8, dai terminali di scarico twin-quad e dai freni opzionali in carboceramica.

La reattività delle prestazioni è pienamente personalizzabile su richiesta da parte del conducente mediante il sistema Bentley Drive Dynamics, partendo dall’eleganza di una Limousine per arrivare alla piena esplosività sportiva.

Già circolava da tempo, invece, la notizia di una versione ibrida plug-in di questo SUV, ma ora è certo: Bentley ha assicurato che al prossimo Salone di Ginevra verrà presentata la versione ibrida, la cui vendita comincerà nella seconda parte del 2018.

Bentley ha deciso di cominciare proprio dal proprio modello più venduto (5.586 unità acquistate nel 2016) per realizzare il suo primo veicolo elettrico. Escluse delle versioni puramente elettriche, Bentley punta su modelli ibridi plug-in. Il powertrain della Bentley Bentayga potrebbe non discostarsi da quello già visto sulla Panamera E-Hybrid, capace di erogare 462 CV dal lavoro sinergico di un motore V6 da 2.9 litri e da uno elettrico da 136 CV. Come la “cugina” tedesca, anche sul modello Bentley sarà possibile ambire a una cinquantina di chilometri di autonomia nella versione elettrica. Non esattamente un record, ma tant’è…

Bentley Bentayga

MOTORI Bentley Bentayga, prima sportiva, poi ibrida