Auto ibrida: come funziona, quali sono e quando conviene comprarla

Nella fase di acquisto di un’auto, la scelta del tipo di alimentazione è una fattore assai importante: oggi ancora di più visto le limitazioni sempre più restrittive alla circolazione in molte città.

Sempre più numerosi sono coloro che optano per le auto ibride: cerchiamo di fare chiarezza sulle auto ibride che possiamo distinguere in tre macro-categorie Mild hybrid, Full Hybrid e Hybrid plug-in.

Queste tre macro categorie hanno un unico filo conduttore: hanno una parte combustibile (diesel o benzina) e una parte elettrica molto sviluppata che collabora con la parte a combustibile per ridurre consumi ed emissioni.

MILD HYBRID

Le auto con sistema mild-hybrid hanno una parte a combustione e un motore elettrico generatore (quindi nelle fasi di decelerazione e di frenata il generatore recupera l’energia): quest’ultimo si limita ad integrare la potenza del motore a combustione solo in alcune fasi di funzionamento dell’automobile, come durante la messa in moto e la marcia a velocità molto bassa.

Le auto mild-hybrid hanno un costo di listino superiore di 1000 euro rispetto alle auto a benzina.

FULL HYBRID

La differenza delle auto full-hybrid rispetto alle mild-hybrid è quella di poter viaggiare per pochi chilometri in modaltà del tutto elettrica se le condizioni della batteria e della marcia lo permettono: il motore termico può intervenire per caricarle. I sistemi Full Hybrid recuperano energia in decelerazione e in frenata, in modo tale che la batteria possa essere sempre carica e quindi possa alimentare il motore elettrico da utilizzare nelle fasi di accelerazione.

PLUG IN HYBRID o PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle)

Le auto plug-in Hybrid sono più complete rispetto alle full-hybrid in quanto possono essere collegate ad una presa elettrica o alle colonnine di ricarica pubblica per ricaricare la batteria.

Queste batterie permettono solitamente di percorrere circa 50 chilometri di autonomia con il motore elettrico. Le Plug-in Hybrid sono le più costose tra le auto ibride attualmente in vendita: le più “economiche” sul mercato costano intorno ai 40mila euro.

QUALI SONO LE AUTO IBRIDE

Toyota domina in Italia il mercato delle auto ibride: Yaris, C-HR, Auris e Rav 4 guidano le classifiche di vendita nel nostro paese. Seguono la Kia Niro, le Suzuki Ignis e Swift, la Lexus NX e la Hyundai Ioniq.

QUANDO COMPRARE L’AUTO IBRIDA

L’ibrido è una soluzione ottimale in città, se si pensa al minore inquinamento dovuto alla propulsione elettrica. In particolare, le continue piccole accelerazioni e frenate rappresentano la condizione ideale per l’elettrico: la batteria viene ricaricata di continuo nelle frenate rigenerative. Non solo, alle basse velocità il motore elettrico è più efficiente rispetto al termico.

Contrariamente all’impiego metropolitano, durante la marcia autostradale o extraurbana veloce la propulsione ibrida restituisce benefici minimi.

VANTAGGI FISCALI

Le ibride hanno in determinate regioni dei vantaggi fiscali molto importanti che possono arrivare fino a cinque anni di esenzione dal pagamento del bollo.

CONSULTA IL LISTINO DELLE AUTO IBRIDE

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Auto ibrida: come funziona, quali sono e quando conviene comprarl...