Auto elettriche, ecco l’altro lato (oscuro) della medaglia

Nei prossimi 30 anni le auto elettriche potrebbero far aumentare il traffico sulle nostre strade

Secondo uno studio del dipartimento dei trasporti del governo britannico nei prossimi 30 anni le auto elettriche potrebbero far aumentare il traffico sulle strade, facendolo crescere fino al 51%. I fattori scatenanti? La crescita della popolazione e l’aumento della popolarità dei veicoli elettrici.

Il Dipartimento per i trasporti britannico (DfT) prevede che gli automobilisti sceglieranno di usare le auto elettriche proprio per i costi di gestione inferiori dei veicoli a emissioni zero rispetto alle auto a benzina e diesel.

Ciò comporterà un aumento della congestione, velocità più basse e tempi di percorrenza delle distanze maggiori, con un massimo del 16% delle strade intasate entro il 2050 (rispetto al 7% di oggi), supponendo che non vi siano “ulteriori miglioramenti programmati” sulla rete stradale dopo il 2025.

L’avvento di veicoli senza conducente, che hanno il potenziale per alleviare la congestione del traffico grazie alle tecnologie per connettere le auto e far scegliere il percorso migliore, causeranno sì meno incidenti e favoriranno una guida più fluida e meno aggressiva, ma – di contro – a causa dell’aumento delle vetture potrebbero peggiorare il problema del traffico. Infatti secondo DfT, la guida più tranquilla dei veicoli autonomi rispetto a quella dei piloti umani, causerebbe un aumento del tempo di alcune operazioni, come ad esempio, l’uscita dagli incroci. Il rapporto aggiunge che le persone anziane saranno in grado di rimanere sulla strada più a lungo, piuttosto che abbandonare la guida a causa della cattiva salute. Gli esperti sono divisi sulla questione e non c’è ancora una visione unitaria. Steve Gooding, direttore della RAC Foundation, ha dichiarato: “Il governo riconosce che la grande incognita è l’impatto delle auto senza conducente. In futuro potremmo ancora voler viaggiare tanto quanto oggi, ma il numero complessivo di autovetture potrebbe ridursi a mano a mano che ciascuna di esse è condivisa di più e fa un numero maggiore di viaggi “.

I dati precedenti hanno mostrato che i veicoli a motore hanno percorso  326,2 miliardi di miglia sulle strade britanniche fino alla fine di marzo, 2018. Questa cifra corrisponde a un aumento del 16% rispetto a 20 anni fa. Le ultime stime del DfT suggeriscono che il traffico dovrebbe crescere tra il 17% e il 51% entro il 2050.

In questo potpourri di dati negativi, una notizia positiva c’è: nonostante il traffico extra, le auto elettriche dovrebbero portare a un netto miglioramento della qualità dell’aria.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Auto elettriche, ecco l’altro lato (oscuro) della medaglia