PROMO

Auto aziendali: Opel Astra è la scelta per le flotte smart

Completamente rinnovata nella parte tecnica e in quella tecnologica, la nuova Opel Astra si propone come la perfetta auto aziendale

Meno consumi, meno emissioni e molte novità tecnologiche rafforzano la proposta di Opel per le flotte business: la nuova Opel Astra si candida al ruolo di regina delle auto aziendali grazie ad un prezzo d’attacco estremamente vantaggioso e a motori molto parchi nei consumi.

Presentata ufficialmente all’ultimo Salone di Francoforte, la nuova Opel Astra ha un ottimo biglietto da visita: un prezzo che parte da 24.050 euro chiavi in mano nella versione berlina 5 porte e da 24.800 euro per la Sports Tourer. Se già questo è sufficiente ad attirare l’attenzione di molti responsabili acquisti, ci sono poi diverse caratteristiche tecniche che potranno trasformare l’attenzione in vero interesse.

La nuova Opel Astra migliora in tutti i campi rispetto al precedente modello: è l’Astra più efficiente di sempre, con emissioni di CO2 e consumi tagliati fino al 21% e cinque delle sette motorizzazioni disponibili che riescono addirittura a scendere sotto la soglia dei 100 grammi di CO2 per chilometro percorso (dati calcolati con il ciclo NEDC1).

Disponibile sia con motori benzina che diesel tre cilindri, Opel Astra ha potenze che partono da 105 CV e arrivano a 145 CV. I consumi nel ciclo misto vanno da 3,4 a 5,9 l/100km. I motori tre cilindri sono dotati di contralbero nel monoblocco che riduce fortemente le vibrazioni, aumentando il comfort sia a bassa che ad alta velocità.

Il cambio può essere manuale a sei rapporti ma, a seconda delle motorizzazioni, sono disponibili anche un cambio a variazione continua e un inedito automatico a nove velocità, con quest’ultimo che incide un po’ sul prezzo d’acquisto dell’auto ma si ripaga ampiamente grazie ai consumi di carburante ridotti e all’elevato comfort.

Ma non solo, perché l’impegno di Opel per rendere la nuova Opel Astra un’auto dai bassi costi di gestione passa anche per la galleria del vento: con un Cx pari a 0,255, la Sports Tourer è la station più aerodinamica del mercato e anche questo incide molto positivamente sui consumi reali, specialmente per chi fa molta autostrada.

E chi macina chilometri, oltre al motore e al cambio, apprezzerà anche il comfort offerto dal nuovo telaio: quello di serie ha ammortizzatori tarati per filtrare le asperità dell’asfalto e le ormai onnipresenti buche in città, ma si può anche scegliere il telaio dinamico che porta con sé anche ammortizzatori con una taratura più sportiva e l’asse posteriore con parallelogramma di Watts.

Per quanto riguarda la sicurezza, poi, la nuova Opel Astra ha fari anteriori adattivi IntelliLux LED matrix, per una visibilità incomparabile rispetto a qualunque altro sistema visto in passato ma senza abbagliare gli altri utenti della strada. Disponibili in opzione anche i fari anteriori con LED a basso consumo (13 Watt nell’uso normale). Nuovo anche il sistema di telecamere: quella anteriore è più piccola ma più potente, grazie a un processore più veloce, e adesso rileva anche i pedoni, mentre l’immagine catturata dalla telecamera posteriore digitale è ora più distinta e precisa.

Sul fronte della connettività e dell’infotainment, infine, nuova Opel Astra offre i sistemi Multimedia Radio, Multimedia Navi e Multimedia Navi Pro, compatibili con Apple CarPlay e Android Auto. Il top di gamma è il sistema Multimedia Navi Pro (lo stesso dell’ammiraglia Opel Insignia): ha lo schermo touch a colori da 8 pollici ed è utilizzabile anche con i comandi vocali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Auto aziendali: Opel Astra è la scelta per le flotte smart