Audi svela il mostruoso bolide per la Dakar

Il prototipo della Casa dei quattro anelli aiuterà a sviluppare i modelli BEV del futuro

Un vero e proprio “mostro” di potenza elettrica pronto a sfidare le dune del deserto nella sfida senza precedenti della Dakar. Audi porta avanti il suo prototipo per la corsa del 2022 svelando al mondo il nuovissimo Audi RS Q e-tron che lotterà per conquistare il successo nel rally raid più difficile e affascinante tra le competizioni delle quattro ruote.

Il nuovo compatto, pensato per affrontare al meglio la lunga sfida di due settimane che vedrà il team Q Motorsport GmbH percorrere tappe da 800 km ciascuna, è un vero e proprio gioiello della Casa dei quattro anelli che si appresta ad affrontare una competizione che mai nessun costruttore aveva deciso di correre. Come riferito dall’amministratore delegato di Audi Sport GmbH Julius Seebach, la decisione di intraprendere il cammino in Dakar è frutto di lavoro e innovazione che la Casa porta avanti da anni: “Audi resta fedele alla propria filosofia di sviluppare nelle competizioni tecnologie più innovative, destinate alle future vetture di serie. Nei rally abbiamo affinato la trazione integrale quattro, ora durante la Dakar testeremo e porteremo al limite i componenti powertrain elettrici di domani“.

Dalle parole di Seebach, infatti, viene fuori una delle novità di rilievo del mezzo che porterà al limite le proprie prestazioni. Non essendo possibile ricaricare la batteria ad alto voltaggio nel deserto, che nasconde insidie e ostacoli tappa dopo tappa, Audi ha deciso di dotare il nuovo RS Q e-tron di un accumulatore on board, dal peso di circa 370 chilogrammi e con una capacità di 50 kWh che fornisce energia durante la marcia grazie all’azione di un range extender. Questa funzione, affidata al quattro cilindri TFSI, permetterà al mezzo di ricaricarsi in continuazione, sfruttando a pieno la parte elettrica.

Dopo aver svelato la nuova Audi RS 3, la più sportiva di sempre, la Casa ha dato maggiori dettagli sul compatto per il rally. Il mezzo, hanno fatto sapere, è dotato di tre powertrain derivati dalla monoposto Audi e-tron FE07 che corre il campionato del mondo elettrico di Formula E. Nello specifico il prototipo messo a punto per il rally raid africano è implementato di due MGU (Motor Generator Unit) in corrispondenza di ciascun assale per occuparsi della trazione, e di un terzo che agisce come generatore per aiutare nella ricarica della batteria ad alto voltaggio.

La batteria, fa sapere Stefan Dreyer, Responsabile Sviluppo Audi Sport per i progetti sportivi, è stata sviluppa internamente grazie a una collaborazione con un partner specializzato. L’importante sfida nel deserto africano permetterà a Audi di maturare il know-how necessario per sviluppare futuri modelli BEV dei quattro anelli sempre più performanti.

Audi, pronta la sfida Dakar

Audi RS Q e-tron è dotato di tre motori derivati dall’esperienza in Formula E della Casa

Il prototipo può contare su una potenza massima di sistema di 680 CV, trasmissione monomarcia e una propulsione elettrica, come detto, che garantisce molteplici vantaggi come la rapidità di erogazione delle MGU che rende precisa ed efficiente la trazione integrale quattro elettrificata. Dal punto di vista del design poi il modello si differenzia dai competitor, come affermato dal Team Leader Design Motorsport Juan Manuel Diaz: “La vettura ha un aspetto futuristico ed evolve molteplici stilemi tipicamente Audi. L’obiettivo è rappresentare il claim ‘All’avanguardia della tecnica’ sui campi di gara e costruire al tempo stesso una finestra sul futuro del Brand”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Audi svela il mostruoso bolide per la Dakar