Audi Q8: muscoli e tecnologia

Audi Q8 coniuga il meglio di due mondi: l’eleganza di una coupé a cinque porte e la versatilità di un grande SUV

Audi Q8 è il SUV più sportivo e raffinato del Marchio dei quattro anelli. Grazie all’imponente single frame ottagonale, Audi Q8 porta al debutto il nuovo volto della famiglia Q. Sei lamelle cromate verticali rafforzano l’imponenza della calandra. Un’ampia maschera, verniciata a richiesta a contrasto, collega il single frame ai proiettori. Il look aggressivo viene rafforzato dal prominente spoiler anteriore e dalle grandi prese d’aria.

Le dimensioni di Q8 sono imponenti con una lunghezza di 4,99 metri, una larghezza di 2 metri e un’altezza di 1,71 metri: il SUV coupé appare più largo, corto e basso rispetto alla “sorella” Q7. L’andamento del tetto è in stile coupé, complici le portiere prive di cornici, e termina con uno spoiler aerodinamico. La linea assume uno sviluppo leggermente arcuato sino ai montanti posteriori inclinati. Con un passo di quasi tre metri, Audi Q8 può contare su di un abitacolo dalle dimensioni generose anche per cinque persone. Il bagagliaio può contare su di una capacità di 605 litri, incrementabile a 1.755 litri abbattendo gli schienali. Il sistema di azionamento dei comandi di Audi Q8 è pressoché privo di pulsanti e manopole di regolazione. È infatti composto da due ampi display touch ad alta risoluzione, come ormai di abitudine per le vetture Top della casa dei cinque anelli

Audi e trazione quattro costituiscono un binomio inscindibile; ciò vale anche e soprattutto per Q8, il SUV top di gamma del Marchio. In condizioni ordinarie, il differenziale centrale meccanico ripartisce la coppia tra avantreno e retrotreno secondo il rapporto 40:60. All’occorrenza, la maggior parte dei kgm viene indirizzata verso l’assale che offre una superiore trazione. Se poi avrete il coraggio di sporcarne la carrozzeria Q8 vi porterà anche lontano dall’asfalto. I fortunati possessori di questo SUV coupé potranno poi scegliere fra tre varianti d’assetto. Gli ammortizzatori regolabili sono di serie. A richiesta sono disponibili le sospensioni pneumatiche adaptive air suspension con taratura dell’assetto variabile.

I motori adottano tutti la tecnologia mild-hybrid (MHEV). Questa integra una batteria agli ioni di litio e un alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) in una rete di bordo principale a 48 Volt; la parte endotermica è costituita invece da un 3.0 V6 TFSI da 335 cv o in alternativa un turbodiesel TDI sempre 3 litri (228 e 282 cv) e sempre integrato in un sistema mild-hybrid. Grazie a questa tecnologia è possibile poi avanzare a lungo per inerzia a motore spento, mentre il sistema start/stop è attivo sin da 22 km/h.

È ancora prematuro parlare di prezzi anche se il punto di partenza è immaginabile che sia quella di Q7 quindi intorno ai 70.000 Euro. Arriverà da noi nel terzo trimestre 2018

MOTORI Audi Q8: muscoli e tecnologia