Audi A3 g-tron: prova su strada dell’auto a metano tedesca. Foto

Audi non venderà "solo" una A3 a benzina e metano (che abbiamo guidato), ma produrrà il gas in casa da fonti rinnovabili per ridurre le emissioni di CO2. Un percorso che presenta vari ostacoli, ecco quali

Da sempre un pieno di metano pesa pochissimo sulle tasche dell’automobilista (0,95 €/kg circa il prezzo medio) e meno di uno di benzina in termini di CO2, sull’ambiente, grazie alla maggior "pulizia" allo scarico. Una vettura che emetta 20 g/km di CO2, però, non si era ancora vista, almeno non fra quelle che si muovono soltanto grazie a un motore a combustione. In Audi promettono che la loro A3 g-tron a benzina/metano riuscirà a rispettare tale soglia. Come? Non da sola, ovviamente, bensì nel contesto della strategia "Audi e-gas project".

Ma andiamo con ordine e torniamo alla A3 g-tron: in Italia arriverà a gennaio del 2014 con un sovrapprezzo, rispetto alla A3 1.4 TFSI, di circa 2.500 euro. Nel frattempo, noi l’abbiamo già guidata per qualche km sulle strade di Berlino. Meno di un’ora, sufficiente però per mettere in evidenza una discreta lentezza. Forse la colpa è della VW Passat EcoFuel del 2008, alimentata a sua volta a metano/benzina, che grazie al suo brillantissimo 1.4 a doppia sovralimentazione (compressore volumetrico e turbo) da 150 CV ci aveva "viziati". Molto meno brioso il 1.4 della A3 e-tron, che ha una classica turbina e di cavalli ne eroga 110 (200 Nm la coppia). Risultato: le riprese sono pigre fino a 2.500 giri, la spinta è discreta fino a poco prima dei 5.500, per poi affievolirsi in modo brusco.Ma lo scopo della A3 g-tron è quello di minimizzare le emissioni di CO2: allo scarico sono 95 g/km, a cui ne vanno tolti 75 grazie all’ e-gas Project.

In pratica l’idea è quella di compensare il metano bruciato dalle auto della gamma g-tron (a metano, appunto) con del gas prodotto in centrali Audi. Questo metano èottenuto dalle biomasse sfruttando fonti rinnovabili (energia eolica): l’anidride carbonica (che viene dunque sottratta all’ambiente) e l’idrogeno vengono "miscelati", reagiscono e danno origine all’e-gas Audi, il quale viene poi stoccato e distribuito nella rete gas vicina alla centrale. In questo modo, dei 95 g/km di CO2 prodotta dall’Audi A3 g-tron durante la marcia, 75 vengono recuperati grazie a questo processo (poco importa se l’e-gas viene utilizzato per altri scopi come il riscaldamento della case, per esempio, perchè ciò che conta è il bilancio globale per l’ambiente). La prima centrale situata sulle coste del Mare del Nord è già pronta e verrà inaugurata il 25 giugno dal Ministro tedesco dell’Ambiente, per entrare poi a pieno regime da ottobre.

Tuttavia non sono solo rose e fiori. La "cancellazione" delle emissioni derivanti dal metano di origini fossili (dunque più inquinante) con l’e-gas avviene infatti solo se il cliente è disposto ad accettare un costo aggiuntivo. In sostanza, chi compra la A3 g-tron può richiedere l’ "e-gas fuel card" (valida per il momento solo per le auto vendute in Germania): si tratta di una carta prepagata da utilizzare per rifornirsi in 600 distributori convenzionati. Il prezzo del metano acquistato sarà maggiorato del canone del contratto: un costo necessario in quanto produrre gas con il processo sopra descritto è molto più oneroso che prenderlo fatto e finito dalla Russia: 20 centesimi/€ per kW/h l’e-gas, 2 cent/€ quello russo. Una sovrapprezzo davvero pesante che non sarà solo a carico del cliente, ma che verrà in parte assorbito dall’ Audi (le cifre precise ancora non si conoscono). In ogni caso il risparmio garantito dal metano è parzialmente compromesso e non è difficile ipotizzare che non saranno in molti disposti a spendere di più per inquinare meno. Non solo: affinché una sistema come questo si diffonda anche in altri Paesi è necessario che i vari Governi nazionali siano generosi almeno quanto quello tedesco nelle sovvenzioni ai progetti "verdi". Cosa certo non scontata, in periodo di austherity…
 

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Audi A3 g-tron: prova su strada dell’auto a metano tedesca.&nbsp...