L’Aston Martin originale di James Bond entra in produzione

La Casa britannica torna a produrre in edizione limitata la storica auto del più famoso 007 del Cinema

Grande notizia per gli appassionati ai automobilismo e di cinema: torna in produzione l’Aston Martin originale di James Bond.

Parliamo dell’Aston Martin DB5, una vera e propria icona sia di stile che di eleganza, fedele compagna nelle avventure dell’agente segreto più famoso di sempre. Oltre ad essere l’auto personale della spia nata dalla penna di Ian Fleming, è anche una delle auto più iconiche di sempre. La Casa britannica ha deciso di produrla di nuovo e di realizzare 25 esemplari che saranno messi in vendita a partire dal 2020.

Le nuove DB5 vedranno la luce grazie alla collaborazione tra Aston Martin e EON Productions, una società che produce i film della saga di James Bond. Il progetto è già partito e si lavora incessantemente per produrre i 25 nuovi esemplari della Aston Martin DB5. La produzione non si limiterà a sfornare delle repliche fedeli della vettura che da oltre 50 anni fa sognare grandi e bambini, ma realizzerà auto che avranno tutta una serie di dispositivi e gadget funzionanti, come quelli utilizzati da James Bond sul grande schermo.

Le vetture saranno dotate di schermo antiproiettile estraibile dal bagagliaio, uno scanner radar, le pistole che compaiono dalle luci anteriori, le targhe girevoli e molti altri trucchi già visti al cinema nei film dello 007, a partire da Goldfinger. A curare questo aspetto delle auto è Chris Corbould, esperto di effetti speciali: “La sfida più grande è quella di ricreare i gadget e di trasferirli dal mondo dei film ad un prodotto vero da consegnare ai clienti – ha dichiarato Corbould – possiamo utilizzare quattro diversi modelli della macchina in modo da poter avere spazio per quattro diversi gadget. Questo lusso non ce lo possiamo prendere con queste DB5, tutti i gadget devono funzionare su una sola macchina per tutto il tempo”.

La DB5 è stata prodotta dall’Aston Martin dal 1963 al 1965. Granturismo realizzata in collaborazione con la Carrozzeria Touring, fu un affinamento delle versioni DB4 alle quali l’azienda automobilistica britannica voleva migliorare diverse caratteristiche come prestazioni e comfort. Nel corso degli anni è entrata nell’immaginario collettivo per essere stata l’auto personale di James Bond, personaggio immaginario creato dallo scrittore Ian Fleming e protagonista della celebra saga cinematografica. Questa vettura è apparsa in numerosi film della spia inglese, da Agente 007- Missione Goldfinger del 1964 a Thunderball (Operazione Tuono) del 1965, fino ai più recenti Skyfall del 2012 e Spectre del 2015.

I nuovi 25 modelli dell’Aston Martin DB5 verranno prodotti negli stabilimenti di Newport Pagnell, la stessa area dove venne costruita l’auto originale. Ogni esemplare avrà un costo di 2,75 milioni di sterline (oltre alle tasse) e le prime consegne sono previste per il 2020. Le vetture, sfortunatamente per i futuri possessori, non saranno omologate per l’uso stradale.

MOTORI L’Aston Martin originale di James Bond entra in produzione